Itinerario #3 – Un percorso nella Street Art a Ferrara

Voi amate la street art? Io abbastanza! Alcune opere sono meravigliose e coinvolgenti, altre le trovo un mezzo guazzabuglio strambo che non capisco, ma danno colore alla città, rendono tutto molto più giovane, dinamico e realizzata nei punti giusti, può riqualificare le sorti di un quartiere, questa è la ma idea ecco!

Graffiti, murales, vere opere d’arte, questa è la street art ferrarese! Con il percorso di oggi, andremo a scoprire chi sono e dove sono le murali del centro storico di Ferrara.

Le vie/aree principali: Ex Mof, Via Dosso Dossi, Mercato Coperto
Il percorso lo potete trovare anche su MyMaps 

Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara
Mercato Coperto

Il percorso della street art di Ferrara

Faccio una premessa, ho dovuto aggiornare il post nel 2020 perché una grossa parte di street art ferrarese che coincideva con l’inizio di questo itinerario è stata rimossa.
Alcuni dei murales più grandi e suggestivi che fanno parte anche della mia infanzia sono lettarlmente crollati insieme agli edifici, per dei lavori di riqualificazione, vi lacerò le foto, ma è rimasto ben poco del nostro punto di partenza.

Il nostro percorso partiva dal parcheggio Ex Mof, punto perfetto per parcheggiare gratuitamente.

Tutte le informazioni le ho reperite nel mitico sito: www.ferrarastreetart.it un sito nonché mappa digitale, che segnala e racconta tutte le opere di street art di Ferrara e provincia!

Proseguendo verso l’uscita del parcheggio, si poteva trovare uno dei murales della mia infanzia, da quando ne ho memoria, l’ho sempre visto e l’ho sempre trovato fantastico, anche se ormai non c’è più.
Per me è al pari di un monumento: il Grande Giove!!

Lo potete ammirare solo il foto ormai:

Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara murales grande giove
Grande Giove
Parcheggio Ex Mof

Non è pazzesco?

Un gigantesco Doc Emmet Brown del film Ritorno al futuro, raffigurato sul muro del magazzino che affianca il parcheggio, ritratto intento ad armeggiare con la sua macchina del tempo, restandone esterrefatto! Questa fantastica opera di street art era frutto della creatività di Mambo, ossia Elvis Pregnolato, tra i primi a Ferrara a dedicarsi a questa forma d’arte, e un sentito grazie da parte mia e di tutti i ferraresi, se lo merita!

Un vero peccato non poterlo più vedere.
Ma andiamo avanti, ci sono ancora tanti bei murales da cercare!

Proseguiamo, direzione Mercato Coperto in via Boccacanale di Santo Stefano, 14. Devo ammettere che non so cosa ci sia dentro, so che faceva parte di un piano di riqualificazione triennale 2015-2017 per trasformare l’edificio in una fucina di start up o una cosa simile, visto lo stato, spero non diventi un altro epic fail ferrarese.
Le opere che lo circondano hanno uno stile molto naïf, si rifanno molto al primitivismo secondo me e sono state realizzate da Marco Jannotta. Io li trovo davvero molto belli ed instagrammabili!

Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara murales del mercato coperto ferrara
Mercato Coperto, angolo con Osteria del Babbuino

Via via, ci avviciniamo al Castello Estense e al Palazzo dei Diamanti, ma oggi non andremo a conoscere i fautori dell’Officina ferrarese, ma gli artisti del futuro! Giusto dietro al palazzo, troviamo via Dosso Dossi, zona di succursali di scuole superiori, qui tutto è un murales, è tutto davvero pazzesco!
È stato il primo intervento del progetto FM streetmap – Ferrara Mappa della Street Art, che ha coinvolto numerosi artisti, tra cui Psiko con il suo grandissimo Colibrì. Mentre l’opera che preferisco, è un murales a tutta parete blu e bianco di  Alessio “Sfiggy” Bolognesi, un lavoro pazzesco ed immersivo, in cui elementi naturali si intrecciano con la parete dell’edificio, trasmettendo una sensazione quasi sognate di realtà sospesa!

Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara murales sfiggy in via dosso dossi
Via Dosso Dossi

Giusto di fronte alla via Dosso Dossi, troviamo il sottopassaggio dell’Ostello della gioventù, che porta al Liceo Ariosto e al Parcheggio diamanti.
Questo è il punto culminante del nostro percorso, un trionfo di street art in cui bombolette spray e colori magnetici si uniscono alla tradizione ferrarese, con ritratti dei celebri Giorgio De Chirico, Giovanni Boldini, Cosmè Tura e Gaetano Previati.

Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara street art de chirico
De Chirico presso il Volto dell’Ostello
Itinerario #3 - Un percorso nella Street Art a Ferrara street art boldini
Chi era Boldini?
presso il Volto dell’Ostello

Sono pazzeschi, davvero, li adoro!

Con queste meraviglie, si chiude il nostro percorso immerso nella street art del centro storico di Ferrara.

Ma non finisce qui, perché ovunque troviamo i segni di questa magica arte, basta solo aguzzare la vista!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

4 pensieri su “Itinerario #3 – Un percorso nella Street Art a Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto