Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: cos’è, cosa c’è dentro, le fotografie

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti? Eccomi qui cari lettori con un nuovo post sul blog, un post che mai mi sarei sognata di scrivere. Come avrete letto (se non lo avete fatto rimediate subito qui) nel post dedicato alla mostra Boldini e la Moda di Ferrara, attualmente sto svolgendo servizio civile all’interno dell’Ufficio Informazioni e Prenotazioni del Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Iniziando a lavorare a pieno ritmo qui dentro, mi sono trovata davanti a tante domande che mai avrei pensato di sentire, prime tra tutti: Cosa vedere dentro al Palazzo dei Diamanti? Posso visitare gli interni del Palazzo? 

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: cos'è, cosa c'è dentro, le fotografie

Ecco, mi sono resa conto che effettivamente c’è poca conoscenza del Palazzo dei Diamanti e di ciò che c’è all’interno, quindi con oggi voglio fare un bel post esplicativo con tutto quello che serve sapere se volete vistare il Palazzo dei Diamanti: Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti?

Palazzo dei Diamanti: Cosa vedere all’interno?

Molti mi telefonano chiedendomi di visitare il palazzo, pensando ci siano interni da visitare, sale da vedere, arredi ecc… Ecco, no.

Il Palazzo dei Diamanti è composto da due parti: al piano terra ci sono le mostre temporanee che periodicamente potete trovare sul sito palazzodiamanti.it mentre al piano nobile del palazzo, il primo piano, è presente la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, una serie di sale dedicate all’evoluzione della pittura ferrarese dal Ducento al Settecento, da Cosmè Tura a Bononi e il Guercino.

Quindi niente interni ne arredi da vedere, ma c’è un bel portico da fotografare.

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: cos'è, cosa c'è dentro, le fotografie

Palazzo dei Diamanti: organizzare la visita

Quindi cosa vedere al Palazzo dei Diamanti? La Pinacoteca Nazionale e le mostre che periodicamente vengono organizzate.

La visita alla Pinacoteca, se siete degli appassionati, vi prenderà all’incirca un’ora.
Le mostre temporanee potrebbero anche arrivare ad occuparvi un’ora e mezza a seconda della mole di gente all’interno, a seconda di quanto volete soffermarvi sulle opere o se state facendo una visita guidata.

Piccolo tips: ogni prima domenica del mese l’ingresso in Pinacoteca è gratuito, mentre per l’occasione della mostra Boldini e la Moda, potete fare il biglietto cumulativo e avere così l’ingresso ridotto per entrambi.

P.S. Se volete organizzare una visita guidata, potete chiamare il call center in cui sto facendo servizio civile. In questo caso, per le mostre prenotiamo tutto noi (ingresso e visita) per la Pinacoteca prenotiamo solo gli ingressi, mentre sarete voi a preoccuparvi di contattare una guida di vostra scelta nel caso di una visita guidata in Pinacoteca.

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: cos'è, cosa c'è dentro, le fotografie

Palazzo dei Diamanti: Cosa fotografare, come e a che ora | la guida completa

Eccoci arrivati al pezzo forte del post: le foto! Il Palazzo dei Diamanti si riconosce per il suo incredibile bugnato fatto a diamante che lo caratterizza e lo rende unico nel suo stile. In questo anno e mezzo di blog, l’ho usato come set fotografico in tutte le sale, è troppo bello!

Entrate nel cortile (ingresso gratuito) e osservate i dettagli del porticato, non è bellissimo? Fate qualche scatto nel cortile interno e magari anche dai bellissimi fiori colorati sul pozzo.

Cosa fotografare invece all’interno? La pinacoteca è interamente fotografabile e vi consiglio di sbizzarrirvi con le ultime sale e i loro colori ad effetto. Per le mostre invece, ci sono sempre opere che si possono fotografare e altre no, quindi occhio alle indicazioni e non fate i furbetti, che tanto vi tanano!

Le ore del giorno migliori sono ovviamente la mattina presto appena aperto, con poca gente e una luce stupenda che illumina tutta via Ercole I d’Este, e il tramonto, quando i diamanti diventano quasi dorati e tutta la via si accende di colore.

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: cos'è, cosa c'è dentro, le fotografie

Palazzo dei Diamanti: Come raggiungere il palazzo?

Dopo la prima domanda del “Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti?” la seconda è roprio “Come arrivare al Palazzo dei Diamanti?”
Dalla stazione sono 20 minuti a piedi, in alternativa potete prendere il bus numero 3 che vi ferma proprio li vicino.
Con la macchina invece, il parcheggio più vicino è il Parcheggio Diamanti, a 5 minuti a piedi dal palazzo.

Se invece volete visitare tutto il centro di Ferrara, potete valutare di lasciare la macchina al parcheggio gratuito Ex Mof, così da non spendere una follia per la giornata di gita.

Palazzo dei Diamanti: dove fare la pausa pranzo?

Ecco la domanda top che mi fanno sempre i gruppi. Il palazzo è vicino a tanti bar. ristoranti e forni, avete l’imbarazzo della scelta. Più vi avvicinerete alla piazza e più troverete ristoranti e trattorie di prodotti tipici. L’unico appunto che mi permetto di fare è quello di chiamare prima il locale per sapere se ha abbastanza posto nel caso di un gruppo numeroso, perchè a Ferrara i ristoranti tendono ad essere piccolini.

Se invece avete il vostro pranzo al sacco, proprio vicino al Palazzo dei Diamanti c’è il Parco Massari, ricordatevi un bel telo oppure mettetevi semplicemente sull’erba, se la stagione è buona, è il modo migliore per rilassarsi dopo una bella scorpacciata di arte.

Cosa vedere al Palazzo dei Diamanti: serve altro?

Per qualsiasi cosa potete contattarmi per mail oppure in direct su Instagram (@cappellacciamerenda) vi aspetto a Fe!

#staycappellacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto