Dal Lago della Ninfa al Monte Cimone, il trekking perfetto per l’estate in ER!

Ve lo confesso, così siete preparati prima di proseguire nella lettura, una volta arrivata al Lago della Ninfa, il profumo di carne alla griglia mi ha tentato e per un momento ho pensato di non fare l’escursione e di sedermi ad un tavolino e abbuffarmi, poi ho capito che dovevo meritarmela e ho iniziato la camminata.

Il sentiero dal Lago della Ninfa al Monte Cimone è tosto, è davvero molto tosto e serve preparazione per salire fino in cima ma, con i giusti tempi, prendendo le dovute pause e portando con se qualcosa di zuccherato e tanta acqua, si può arrivare alla fine del percorso.

tratto del sentiero dal lago della ninfa al Monte Cimone

È un percorso estremamente panoramico, l’ho apprezzato tantissimo nonostante la fatica e si integra al percorso che avevo già fatto dedicato al Cimone e che potete trovare cliccando qui: Dal Cimoncino al Cimone.

Direi che è il momento di descrivere il percorso passo dopo passo!

Partenza dal Lago della Ninfa

Il lago della Ninfa è davvero carino, il posto perfetto per rilassarsi dopo l’escursione. Qui potete trovare diversi bar e ristoranti, l’ideale per andare in bagno prima di partire e per fare scorta di cibo o acqua.

lago della ninfa dal Monte Cimone
bar ristorante dal lago della ninfa

La prima parte del sentiero è facile e si svolge su strada. Si percorrere la via dell’Aeronautica, in salita ma non complicata fino alla Fontana Bedini, prendetelo come punto di riferimento, qui potete fare scorta di acqua.

Da qui si esce dalla strada e si inizia a percorrere il sentiero che arrampica sul Cimone. Troverete dei paesaggi che sembrano usciti da Il Signore degli Anelli e vi confermo che salire sarà tanto fatico quanto portare quel benedetto anello al Monte Fato!

Salite lungo il pendio seguendo il sentiero tracciato, è facilmente riconoscibile oltre che trovare i segnalini del CAI. La vetta la vedrete già da lontano, infatti si vede fin da subito lo stabile della stazione metereologica, la direzione è chiara!

dal lago della ninfa al monte cimone, il panorama

Il fatidico punto faticoso

Proseguendo con il sentiero dal lago della Ninfa al Monte Cimone, arriverete a quel punto, il fatidico punto che accomuna tutti i sentieri, potete partire da Lago della Ninfa al Monte Cimone, potete partire dal Cimoncino o da dove volete, arriverete davanti all’ultimo tratto fatto di gradoni, ripido, un pizzico esposto, difficile, per me è stato un tratto molto difficile ma ricordate che non è una gara, con i giusti tempi si arriva fino in cima.

la stazione metereologica sulla cima del cimone

Sulla Cima del Monte Cimone

Arrivati in cima al monte non troverete rifugi o altro; quando ci sono stata, la fontanella non funzionava nemmeno. Qui potete vedere la stazione metereologica e raggiungere la statua della Madonna del Cimone e la Cappella della Madonna delle Nevi, oltre che vedere una mega mappa gigante della zona con il panorama che si apre dalla vetta, uno spettacolo unico!

Siamo a 2165 m ed è stupendo!

la mappa sulla cima del monte cimone

Dal Lago della Ninfa al Cimone e ritorno

Sulla via del ritorno abbiamo fatto solo una leggera deviazione che ci ha poi riportato sul sentiero descritto in precedenza, non starò a spiegarvelo per evitare di confondervi, farò di meglio, ecco qui:

A questo link puoi scaricare la traccia gpx!
Mentre qui sotto trovi la mappa di MyMaps

Qui potete scaricare sul vostro smartphone o sul vostro smartwatch la traccia gpx del sentiero ad anello fatto dal lago della Ninfa al Monte Cimone e ritorno, così, se vi è piaciuto questo giro, potete ripercorrerla.

Ritornando al Lago della Ninfa, una pausa ci sta tutta e vi consiglio di fare anche una passeggiata lungo il lago che merita davvero, è molto carino.

percorso alternativo dal lago della ninfa al monte cimone

Alcune info pratiche prima di partire

Al lago della Ninfa troverete numerosi parcheggi già lungo la strada, ma ovviamente chi prima arriva meglio alloggia; quindi, pensate bene alle tempistiche prima di partire.

  • Portate con voi acqua e pranzo al sacco, così siete certi di avere del cibo dato che in cima al Cimone non troverete nulla.
  • Vestitevi a strati. Potrete avere caldo alla base del Lago della Ninfa ma sicuramente ci sarà aria e fresco sulla cima del Monte Cimone, consiglio quindi di vestirsi a strati e di portarsi su anche un kway.
  • La crema solare non ve lo sto nemmeno a dire, lo sapete che deve essere sempre nello zaino da trekking comprese le scarpe adatte e un cappellino.
la vista ripaga sempre

Beh, che dire, questo è stato uno dei trekking più difficili per me, ma il panorama dal Lago della Ninfa al Monte Cimone ripaga di tutta la fatica, quindi, non vi augurerò buona gita ma…

Buona fatica!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto