Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico

Oggi vi porto ad esplorare una delle zone che più ho detestato e una delle zone che più ho amato di Barcellona: sto parlando della zona divisa dalla Rambla, da un lato il mio amato Barrio Gotico e dall’altro il pittoresco Raval… La Rambla invece proprio non l’ho sopportata ma andiamo per ordine!

Questo itinerario è il più turistico insieme a quello dedicato ai luoghi di Gaudì, ma se girate negli orari giusti, vi darà non poche sorprese e non pochi scorci ottimi per fare delle belle foto.

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
Il Pont de Bisbe

 

Prima mattina: scatenate le foto prima delle comitive al Barrio Gotico

La prima mattinata a Barcellona, quando la città ancora si sta svegliando, dedicatela al Barrio Gotico, il quartiere più antico e magico di Barcellona. Correte subito a fare degli scatti alla cattedrale con ancora poche persone davanti e soprattutto al Pont de Bisbe, la viuzza più instagrammabile di Barcellona.

Se volete fare foto senza gente, con la luce giusta e studiare un pochino la composizione dello scatto, dovete andarci davvero molto presto, altrimenti non riuscirete più a fare un bel scatto pulito.

Il Barrio Gotico è il luogo che più ho amato di Barcellona, ci sono stata più volte nel corso della vacanza e ogni volta è stata una sorpresa: i panni appesi, i negozietti, i fiori, i colori, tutto tranne l’odore che è abbastanza tremendo, unica nota negativa.

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
Tra le viuzze del quartiere gotico

In questo super quartiere di Barcellona si possono trovare diverse attrazioni e vi consiglio di vederle tutte, almeno da fuori, mentre per pagare gli interni, valutate voi a seconda di quanto volete spendere:

  • La splendida Catedral di Barcellona che svetta sul quartiere. L’ingresso è a pagamento e c’è sempre un po’ di fila per entrare, quindi valutate di andare appena apre.
  • Carrer de Bisbe ovviamente, a lato della Catedral e il suo Pont Gotic tanto fotografato
  • Santa Maria del Pi, altro esempio di gotico catalano. La visita guidata costa 8€ a persona ed è in inglese e spagnolo. Tramite la visita potrete salire fin sul campanile ed avere una panoramica incredibile di tutta la città vecchia!
  • Il fotomosaico del Bacio, un grande murale composto da tantissime piccole foto che unite realizzano un grande bacio! Si trova in Plaça d’Isidre Nonell, proprio difronte alla piazza della Catedral. Il fotomosaico murales è un’opera del fotografo Joan Fontcuberta ed è intitolata “El mundo nace en cada beso“, ed è composta da 4.000 piastrelle di immagini concesse dai lettori di EL Periodico!
Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
La vista dal campanile di Santa Maria del Pi

Dove mangiare al Barrio Gotico? Mesón Jesus

In Carrer dels Cecs de la Boqueria, proprio dietro a Santa Maria del Pi, trovate Meson Jesus!
Questo locale a conduzione familiare è per lo più frequentato da gente del posto, c’era solo un’altra coppia di turisti oltre a noi! È piccolo e grazioso, molto casereccio e la cucina è tipica mediterranea!

Vi consiglio di approfittare del menù del giorno, un ottimo modo per avere un pranzo completo e spendere meno rispetto che a la carta.

Ambiente rilassato e cibo ottimo, Mauro e io ci siamo trovati benissimo! Unica cosa, il bagnetto piccolissimo e abbastanza spartano, ma poco male diciamo!

Abbiocco dopo pranzo: caos alla Rambla

Si, dopo il relax al Barrio Gotico, vi consiglio proprio di gettarvi nel caso della Rambla e di stare attenti a borse e portafogli (qui vi spiego il perché).

Non sono solita consigliare dei punti affollati, anche perché abbastanza pericolosi, ma mi sono resa conto che per capire davvero Barcellona, bisogna vivere il loro caos e la loro disorganizzazione.
L’ora di pranzo è il momento migliore per andare al Mercat de la Boqueria, giusto a lato della Rambla per fare uno spuntino o per assaggiare un frullato o una macedonia di frutta, davvero ottimi e a prezzi tutto sommato passabili (parliamo di un range di 1.50€ – 3€ per i frullati).

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
La Boqueria

La Rambla non mi è piaciuta, diciamo che non ci ho trovato nulla di che, nessun aspetto eccezionale e anzi, non capisco nemmeno perché venga ritenuta una attrazione, la trovo una via come tante altre, con bancherelle ai lati. Unica differenza, i soggetti loschi che si posizionano ai lati della via e con fare strano ti si avvicinano dicendo “cofeee shop”. Onestamente, mi hanno fatto un po’ girare i cosiddetti ad un certo punto, erano troppi: mi è sembrata la stessa scena dei musei vaticani a Roma, non so se avete presente, ma la strada che si percorre per raggiungere i musei è piena di tizi che vogliono darti informazioni e venderti tour della città, ecco, uguale, la solita rottura di scatole…

Ma andiamo avanti, alla Rambla, vicino alla fermata Liceu, troverete anche il bellissimo mosaico di Mirò, vi sfido a cercare la sua firma tra il dedalo di quadratini e di piedi delle persone!

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
Il mosaico di Mirò

Al Raval per abbracciare un grosso gatto

Il Raval è molto pittoresco, è un quartiere per lo più a popolazione araba, con tanti kebabbari e lo stile è abbastanza trasandato ma mi ha ispirato molto dal punto di vista fotografico!
Qui vecchio e nuovo si amalgamano benissimo

Qui potete incontrare il mitico Gatto del Botero, collocato sulla Rambla del Raval! Botero è famoso per i suoi soggetti dalle forme rotondeggianti e questo grandissimo gattone ciccione non è da meno!

Al Raval potete anche visitare il Palau Guell, altro esempio di architettura modernista sempre firmato da Gaudì.

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
Il gatto di Botero

Pomeriggio e tarda serata: al port vell tra skeatrs e paella

Una volta salutato il grande micione di Botero e il quartiere Raval, ritornate sulla Rambla e continuate diritto fino al Mirador di Colom (la grande statua di Colombo) e al mare.

Prendetevela comoda, passeggiate con calma e fate tante foto alle barchette al porto. Se trovate tanto caldo, valutate di fare un giro al centro commerciale Maremagnum che trovate sul molo, attraversando il ponte, qui potete anche trovare i bagni, proprio al primo piano.

Rilassatevi in qualche bar, magari prendete un the freddo da Starbucks approfittando del balcone vista porto.

La passeggiata al porto è molto carina, si possono visitare il museo marittimo o l’acquario, o passeggiare osservando le bancherelle lungo la camminata, le barchette ormeggiate e la leggera ombra delle palme. È il tipico posto dove fare una passeggiata intorno alle 17/18 aspettando il tramonto. Qui ci sono tantissimi locali dove mangiare la paella, i prezzi non sono nemmeno proibitivi e sono tutti esposti all’esterno dei locali, così da avere maggiore scelta!

Se siete degli appassionati di mare e spiagge, valutate di passeggiare fino alla spiaggia di Barceloneta e lasciarvi trascinare dal mood americano di questa zona, con spiaggia, palme e skeater che sfrecciano in qua e in la!

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
il porto

Questo è stato l’itinerario che ho fatto insieme a Mauro in uno dei primi giorni che ero a Barcellona e devo dire che nonostante la Rambla e la sporcizia generale di alcune zone, mi è davvero piaciuto molto, soprattutto il Barrio Gotico, le sue viuzze e i negozi, sono tornata con la macchina fotografica scarica dalle tante foto fatte!

Cofeeeeeee shop! Nel cuore di Barcellona e le vie del Barrio Gotico
uno scorcio del Raval

#staycappellacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto