Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa

Avete presente il castello delle fiabe? Ecco dimenticatevelo! Visitare il castello di Neuschwanstein significa fare un mega tuffo nella cultura tedesca e so bene che Disney si è ispirato a questo castello per il suo famoso logo e per il cartone de La bella addormentata nel bosco, che tra parentesi io odio profondamente

Che insomma, stiamo parlando di una tipa che parla con gli uccelli e va in giro toccando fusi, ma che cazz??

Tornando a noi, Neuschwanstein è entrato nell’immaginario collettivo per una ragione, con il post di oggi vorrei darvi qualche informazione storica su questo meraviglioso castello, secondo solo al castello estense di Ferrara, e sulla sua storia, per farvi capire l’importanza storica di questo luogo.

Non solo, forte del fatto che ci sono stata più volte, posso darvi tanti consigli utili su come organizzare la visita e quali punti sono ottimali per fotografarlo oltre che diversi consigli salva portafoglio che in quella zona, mostruosamente turistica, sono stra utili ve lo posso assicurare!

Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa

Come nasce Neuschwanstein?

Ludwig II resterà per sempre un enigma, un sovrano particolare con una passione per le leggende tedesche, quelle leggende che nello stesso periodo Wagner aveva trasformato in opere di successo e Ludwig ne restò stregato.

Il castello di Neuschwanstein fu qualcosa di audace e innovativo per l’epoca, fu un cantiere imponente e vennero usate attrezzature e tecnologie mai usate prima come per esempio una gru a vapore, e per la prima volta agli operai venne fatta pure un’assicurazione sociale.

465 tonnellate di marmo, 1550 tonnellate di arenaria, 600 tonnellate di cemento, 400.000 mattoni e oltre 2000 metri cubi di legno vennero usati, l’artigianato bavarese non aveva mai prosperato così tanto grazie a quest’opera.

Il castello venne ultimato solo dopo la morte di Ludwig, infatti non visse mai appieno nel castello, ma solo in una parte accanto al portale rosso, per sovraintendere i lavori, non se lo poté mai godere appieno, così come successe per altri suoi castelli.

Gli interni sono riccamente decorati con scene delle leggende tedesche, richiami alle opere di Wagner e scene raffiguranti il mito del Santo Graal, tutte sue passioni. Il cigno è una costante, era infatti il simbolo dello stemma di suo padre e non a caso Neuschwanstein significa “nuova pietra del cigno” o “nuova roccaforte del cigno”.

Gossip tip: Ludwig non si sposò mai. Inizialmente si fidanzò con Sofia, la sorella di Sissi, ma prossimi al matrimonio, sciolse il fidanzamento, convinto che non sarebbe mai stato felice con lei. Era appunto un tipo strano.

Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa

Visitare il castello di Neuschwanstein

Potete visitare il castello di Neuschwanstein in tutte le stagioni, ha sempre il suo fascino.

Il consiglio classico è di arrivare là presto presto, prima dell’apertura, così da parcheggiare comodamente, fare i biglietti comodamente e godersi il castello senza ressa.

I parcheggi lì sono tutti a pagamento, con una tariffa fissa che in media è di 6€, non ho ancora trovato parcheggi gratuiti in zona, se qualcuno ha scovato qualcosa di free, vi aspetto nei commenti!

Fare il biglietto significa inevitabilmente fare un po’ di fila, che varia in base alla stagione e all’orario. State attenti, se volete entrare e fare la visita interna del palazzo, valutate che hanno un numero massimo di persone giornaliero, quindi andare presto serve anche a questo.

Per fare i biglietti potete seguire i tips che vi do in questo post, dove parlo di tutti i castelli della Baviera.

Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa
La vista sull’Alpsee

Come fotografare il castello di Neuschwanstein

Inutile ribadire la bellezza del castello durante la luce mattutina e durante il tramonto. La mattina secondo me ha la luce ideale per immortalare il castello, rende tutto luminoso ma in modo tenue, è il momento migliore.

Per raggiungere il castello servirà fare una breve escursione nel bosco che lo circonda. Ci sono tantissimi scorci in cui il castello sbuca tra gli alberi, quindi aguzzate la vista.

Una volta arrivati alla base del castello, troverete una mega vista su tutta la vallata, ma anche un mini “skywalk” con punto panoramico sul castello, è ottimo per fotografarlo ma è da diversi anni che sono presenti le impalcature per i restauri.

L’escursione prosegue dietro al castello, seguite le indicazioni per il Marienbrücke, il punto da cui tutti fanno la classica foto da cartolina del castello. L’escursione continua ad essere molto semplice e ricca di punti panoramici sulle montagne, sull’Alpsee e sul castello di Hohenschwangau.

Alla mattina il Marienbrücke sarà abbastanza sgombero dalle persone, dopo ci sarà una discreta coda di ore per salire e fare la foto. È un ponte sospeso su uno strapiombo, è stretto, in legno e quando cammini cigola tutto e quando camminano le persone si muove tutto, a me ha fatto letteralmente morire fare una foto lì, il tempo di un paio di scatti con cellulare e macchina fotografica e sono scappata con la tremarella alle gambe. Da qui però viene una foto mozzafiato del castello, vi suggerisco di andare subito al ponte come prima tappa del vostro giro.

Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa
Il Marienbrucke, il ponte sospeso da cui fare la foto panoramica al castello

P.S. con la neve il Marienbrücke però non è accessibile solitamente, quindi valutate anche questo quando decidete di visitare Neuschwanstein.

P.P.S. è serevramente vietato far volare i droni in tutta l’area del castello.

Ultimi tips salva portafoglio 

Se volete visitare il castello di Neuschwanstein ricordate questi tips:

  • Mangiare lì costa tantissimo, se potete prendetevi il mangiare al sacco o mangiate in qualche altra località, anche solo a Fussen.
  • I souvenir costano tanto anche loro, quindi fateci due conti prima di spendere i vostri soldi in regalini cari rabbiosi.
  • Se avete la borraccia, ci sono le fontanelle di acqua potabile, quindi evitate di spendere soldi al bar per bottigliette di plastica.
  • Se non ci tenete particolarmente, potete anche evitare la visita all’interno, è guidata, dura una ventina di minuti e non si possono fare foto… è una toccata e fuga vista la grandezza del castello, quindi se non siete particolarmente interessati all’arte potete anche risparmiare i soldi. Io l’ho fatta perché ci tenevo a vederlo tutto e ne sono rimasta abbastanza delusa.

Pronti ad esplorare la Baviera in tutte le sue forme e colori?
Ecco la guida fatta apposta per te:

#staycappellacci

2 pensieri su “Visitare il castello di Neuschwanstein: la guida completa

  1. Tu non sai quante volte mi sarebbe piaciuto andarci ma non l’ho mai fatto! Mi sono sempre mossa coi mezzi pubblici e mi sa che questo è un luogo dove ci si arriva solo in auto o con i pullman.

    Dall’altro canto, mi sa un luogo tremendamente bello quanto turistico! Ma prima o poi ci riuscirò e lo vedrò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto