Cosa fare a Napoli in un weekend: guida rapida per non impazzire

Perché per non impazzire? Beh, perché visitare Napoli in un weekend è una vera sfida, c’è tanto, troppo da vedere per un solo fine settimana ma sappiamo bene tutti che non abbiamo sempre giorni ulteriori a disposizione, quindi cerchiamo di rendere memorabili i giorni che abbiamo!

cosa farea Napoli in un weekend: la vista di PIazza Plebiscito

Eccomi quindi con questa guida rapida su cosa fare a Napoli in un weekend, una guida perfetta per vedere Napoli in 2 giorni tra cibo, tanto cibo, musei, tanti musei e un sacco di folklore come solo questa città sa trasmettere.

Se alloggerete a Napoli per una notte (o anche di più) vi consiglio il mio hotel

Che non è il mio hotel ovviamente, è l’hotel in cui ho alloggiato. Non si tratta di una collaborazione, questo è un consiglio spassionato che vi do.

Mi sono trovata benissimo presso il Megaris Luxury Suite. Camere spaziose e pulite, bagno privato e doccia emozionale addirittura! Posizione ottima a venti minuti a piedi dalla stazione e un quarto d’ora a piedi dal centro storico, per non parlare del fatto che sotto l’hotel trovate la fermata metro Università.

Valutatelo!

palazzo reale di napoli, scalinata principale, tra le cose da fare a napoli in un weekend

Cosa fare a Napoli in un weekend

Inutile dirvi che serve organizzare bene cosa fare.

Volete vedere i musei? Magari valutate di prenotare in anticipo gli ingressi che vi interessano. Vi segnalo anche che la prima domenica del mese ci sono diversi musei (i musei statali) gratuiti tra cui il Museo Archeologico di Napoli e il Palazzo Reale.

Personalmente vi consiglio di fare un bel giro per le viuzze di Napoli alla mattina.

Partite dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Napoli e dopo la visita raggiungete il vicino Murales di Jorit dedicato a San Gennaro, il patrono di Napoli.

duomo di Napoli dedicato a San Gennaro
Street art a Napoli - il Gennaro di Jorit

Scendete per Via San Biagio Dei Librai e raggiungete la celeberrima via dei presepi, San Gregorio Armeno, un mix di tradizioni e modernità che si incontrano nella splendida arte del presepe. Girovagate per queste vie e raggiungete anche Via dei Tribunali, la via del cibo per eccellenza.

napoli in un weekend: san gregorio armeno

Qui potete mangiare la famosa Pizza di Sorbillo e i buonissimi (giuro sono fenomenali) babà di Salvatore Capparelli.

Non perdetevi il Pulcinella di Lello Esposito e toccate il suo naso per avere un po’ di fortuna, dopo di che raggiungete la Cappella di San Severo dove tra le sue meravigliose opere, potete vedere il Cristo Velato. Se siete nel weekend, consiglio di prenotare l’ingresso per sicurezza.

pulcinella di Lello Esposito

Continuate per Via Benedetto Croce e se avete fame, fate una sosta street food da Passione di Sofì per una pizza fritta o una pizza a portafoglio.

Lì vicino troverete il coloratissimo Chiostro di Santa Chiara. Come per la Cappella San Severo, prenotate nei periodi di alta affluenza turistiche e occhio agli orari.

Ora non vi resta che immergervi nella via più caotica di Napoli: Via Toledo!

La soluzione migliore per chi cerca cosa fare nel weekend a Napoli, un po’ di sano caos!
Negozi, bar, locali di ogni tipo. Qui potete vedere la famosa fermata della metro Toledo prendendo il biglietto della metro per soli 1,10€ e vedere alcune delle metro più affascinanti di Napoli, come Toledo, Università e Musei.

cosa fare a Napoli in un weekend: giro delle metro artistiche come la metro toledo

Da qui vedrete da un lato il dedalo di viuzze che compongono i Quartieri Spagnoli. Non ho avuto modo di visitarli a dovere, sono solo riuscita a raggiungere Largo Maradona, per vedere il suo gigantesco murales e i murales dedicato ai volti famosi che hanno fatto la storia di Napoli.

quartieri spagnoli a Napoli

Continuando dritto per via Toledo raggiungerete il fulcro del centro storico, Piazza Plebiscito.

Cosa fare a Napoli in un weekend: i palazzi di Piazza Plebiscito

Qui avrete un sacco di luoghi di interesse. Dalla Basilica Reale Pontificia San Francesco da Paola che ricorda molto il Pantheon al Palazzo Reale, qui avete l’imbarazzo della scelta e l’imbarazzo degli scatti da fare.

Percorrendo Via Cesario Console tra l’altro, arriverete fino al lungomare di Napoli.

Con un’ottima visibilità potrete vedere il Vesuvio e addirittura Capri!

Il lungomare di Napoli è meraviglioso: il blu domina ma tutti gli altri colori dalle barche ai palazzi sono perfettamente amalgamati. Consiglio di passeggiare fino a Castel dell’Ovo e visitare il borgo di pescatori lì accanto.

Tra l’altro il castello è visitabile gratuitamente ma serve prenotare per una questione di gestione degli ingressi a causa del Covid.

Cosa vedere a Napoli in due giorni: secondo giorno!

Ecco alcune idee per un potenziale secondo giorno.

Se il primo abbiamo camminato per vie, musei e street art, vi consiglio di dedicare del tempo alla Napoli sotterranea.

Napoli ha tra le città sotterranee più estese del mondo e visitarle è una vera magia! Ci sono numerosissimi tour che potete percorrere, vi consiglio quello che ho percorso io, la visita alla Galleria Borbonica, una galleria costruita come vie di fuga all’epoca di Federico II e che nel tempo ha cambiato sempre forma, diventando un rifugio durante la seconda guerra mondiale, con tanto di storie tremende legate a quel cupo periodo.

Non vi farò spoiler, ma le guide sono preparatissime e sul sito della Galleria Borbonica, oltre che prenotare la visita potete scegliere anche tra le varie tipologie di tour presenti.

Cosa vedere al Rione Santià di Napoli

Riemersi dalla terra, vi consiglio di prendere la metro e raggiungere uno dei quartieri più caratteristici di Napoli, il Rione Sanità, il luogo dove è nato Totò!

Qui potete vedere la casa natale di uno dei simboli del cinema italiano e potete vedere alcuni tra i palazzi più affascinanti della città, come il Palazzo dello Spagnolo, set di numerosi film.

Palazzo dello Spagnolo al Rione Sanità

Tra le botteghe i banchi di frutta e verdura, troverete alcune delle opere di street art più affascinanti, segnatevi questi indirizzi:

  • Murale “TIENEME CA TE TENGO” presso l’Ascensore sanità, Via Sanità
  • Murale Totò e Peppino in Via Sanità, 36
murales di Totò e Peppino a Rine Sanità

Dove mangiare a Napoli

Non basterebbe una vita per mangiare tutte le prelibatezze napoletane. Non mi resta che consigliarvi in posti in cui ho mangiato io e in cui mi sono trovata davvero bene:

Pizza, pizza fritta e hamburger

  • Gino e Toto Sorbillo in Via dei Tribunali 32
  • Passione di Sofì in Via Benedetto Croce, 42
  • PUOK (Spaccanapoli) in Piazzetta Nilo, 9

Pesce e prodotti tipici fuori dal caos del centro

  • Anonymous Trattoria Gourmet in Rua Catalana, 117
  • Trattoria A Pignata in Vico Lungo del Gelso, 110/112

Dolci

  • Sfogliatella Mary in Via Toledo, 66
  • Salvatore Capparelli in Via dei Tribunali, 327

Ne mancano di cose? Eccome, ma in due giorni a Napoli non potevo mangiare altro!

murales di Maradona a Napoli

E tutto il resto?

Ribadisco il concetto. Napoli merita più di due giorni, un solo weekend a Napoli è poco per visitare la città e scoprirla appieno, è solo un assaggio, un morso di pizza fritta, l’aroma di un babà, i colori della sua arte, è un piccolo assaggio ma che ti invoglia a tornare.

Ricordate che si tratta di un articolo dedicato a cosa fare a Napoli in un weekend, è un piccolo assaggio. Poi si sa che serve sempre una buona scusa per tornare!

#StayCappellacci e vista l’occasione #StayBabà

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

2 pensieri su “Cosa fare a Napoli in un weekend: guida rapida per non impazzire

  1. Che dire, guida impeccabile per assaporare un po’ di essenza partenopea se si ha a disposizione un solo weekend! Ti aspettiamo, Sara, per la volta successiva, in cui ti vogliamo ad affrontare le “capuzzelle” del Cimitero delle Fontanelle e un bel tour approfondito delle chiese, che meritano assolutamente una menzione a parte!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto