Visitare il Parco Sigurtà: tutte le bellezze che potete scoprire tra i fiori

Associo il Parco Sigurtà ad un momento di pausa. È quel momento del sabato mattina (per chi ha una settimana di lavoro classica) in cui ti svegli all’orario che preferisci, ti rilassi con una tazza di tè, magari esci per una passeggiata: è un luogo dove potersi rilassare.

Visitare il Parco Sigurtà è l’esperienza perfetta per grandi e piccini, ottima per le famiglie ma anche per le coppie, è ottimo per gli appassionati di fotografia e anche per chi ama dipingere. Un parco estremamente curato da esplorare in ogni sua particolarità.

tulipani del parco giardino sigurtà

Cosa fare al Parco Sigurtà

Sapevi che al Parco Giardino Sigurtà puoi perderti dentro un labirinto? O che puoi incontrare i daini?

Ci sono dei luoghi assolutamente da non perdere, ecco alcune delle aree da vedere:

  • L’Eremo di Laura della fine del ‘700. Un piccolo luogo raccolto leggermente sopraelevato per ammirare dall’alto il manto erboso del parco e soprattutto per immergersi nei colori dei tulipani durante la loro fioritura.
Visitare il Parco Sigurtà: tutte le bellezze che potete scoprire tra i fiori
  • La valle dei daini, perfetta per i bambini che vogliono vedere da vicino questi splendidi animali.
  • La Meridiana dedicata a Galileo Galilei e la vicina statua di Carlo Sigurtà. Se vedere da vicino la statua, è decisamente alta, infatti la si può intravedere da vari punti del parco, quasi come se l’ideatore del parco vegliasse su di esso, quasi come se fosse sempre pronto ad accogliere i visitatori.
la meridiana solare del parco sigurtà
  • Il labirinto, che con la sua torre ricorda molto un giardino francese.
  • La bella grotta votiva dedicata alla Madonna di Lourdes, piccolina ma molto suggestiva.
  • Il Viale delle Rose che durante la fioritura spiccano in contrasto col verde.
Visitare il Parco Sigurtà: la grotta votica all'interno del parco e immersa nella roccia

I vari giardini del Parco Sigurtà sono qualcosa di unico

Dal giardino dedicato alle erbe aromatiche a quello acquatico che mi ricorda molto un angolino di Giappone in Italia, qui potete immergervi in varie aree naturalistiche con specie di fiori e piante diversi, tutti da scoprire.

giardino acquatico del parco sigurtà

Io ho amato particolarmente il tratto che dalle aiuole fiorite ricche di specie diverse di tulipani, conduce in salita fino alla vasca delle ninfee e al viale delle rose. Si tratta di un tratto ricco di fiori immerso nel verde degli alberi, leggermente in salita ma molto suggestivo.  

Continuando per quel punto arriverete ad una delle estremità del parco, dove potete percorrere una passeggiata panoramica che vi farà intravedere Borghetto sul Mincio.

Quando visitare il Parco Sigurtà

Secondo me il periodo migliore per visitare il Parco Sigurtà è quello della fioritura dei tulipani, quindi il mese di aprile. Ma tutto il periodo primaverile è meraviglioso, ovviamente se non si soffre di allergia ai pollini.

quando visitare il parco sigurtà, durante la fioritura dei tulipani

I mesi estivi non hanno tutta quella varietà di colori, ma permettono di rilassarsi al parco all’ombra dei grandi alberi, apprezzando le piante del periodo.

Come visitare il Parco Giardino Sigurtà: bici, cart e trenini

Per visitare il Parco Sigurtà avete tante opzioni tra cui scegliere. Per me il migliore resta sempre quello di vederlo a piedi, con tranquillità, ma ci sono un sacco di mezzi!

Potete visitare il parco in bici, portando la vostra o noleggiandola all’ingresso al costo orario di 5,00€ per una bici classica oppure noleggiare una bicicletta elettrica per un costo orario di 6,50€.
Potete salire sul trenino e fare un bel giro panoramico delle attrazioni principali del giardino oppure noleggiare un golf cart elettrico al costo orario di 18,00€ durante la settimana e di 20,00€ all’ora nei weekend e visitare il parco in modo originale con tanto di tablet informativo a farvi da guida.

come visitare il parco sigurtà, il trenino

Il costo del biglietto d’ingresso è di 15,50€ ma al sito del parco potete trovare tutte le varie tariffe dei biglietti, ma vi segnalo che non possono entrare animali.

Vi consiglio però di portarvi un bel telo e organizzare un pic nic nelle aree verdi dedicate del parco, è il modo migliore per rilassarsi restando a contatto con la natura, poi secondo me il pic nic con un bel panino alla mortadella da sempre l’atmosfera giusta alla gita!

Come raggiungere il Parco Giardino Sigurtà

Il mezzo migliore per arrivare al Parco Sigurtà è l’auto. Il parco ha vari parcheggi segnalati ma per evitare la calca di gente, vi consiglio di parcheggiare in via Baden Powell, proprio davanti al parco giochi, un tratto di strada è indicato con il disco orario mentre un altro è libero tutta la giornata, suggerisco di lasciare l’auto lì e fare due passi a piedi per raggiungere l’ingresso del Parco Sigurtà.

Se volete raggiungere il parco con altri mezzi, vi rimando alla pagina dedicata del parco che offre tutte le indicazioni su treni e corriere disponibili.

dettaglio del parco sigurtà e delle aiuole fiorite

Non dimenticatevi di visitare Borghetto sul Mincio

Dopo aver esplorato il parco, incamminatevi verso Borghetto sul Mincio, uno dei Borghi Più Belli d’Italia. È raggiungibile a piedi senza troppa fatica percorrendo la Ciclovia Mantova-Peschiera.

Potete prima salire sul Ponte Visconteo per fare una foto di Borghetto dall’alto e poi raggiungere il borgo e immergervi tra i suoi mulini e le sue viuzze.

cosa vedere a Valeggio sul Mincio: Borghetto sul Mincio
Borghetto sul Mincio visto dal Ponte Visconteo

Questo è un angolo di Veneto stupendo, il posto ideale per una gita primaverile, non vi resta che preparare lo zaino e visitare il Parco Sigurtà!

#StayCappellacci

                                                                                               In collaborazione con Parco Giardino Sigurtà

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto