Tour nella Ferrara contemporanea: tra smart, street art e innovazione!

Ferrara, la città del medioevo e degli Estensi, la città del buon cibo e del rinascimento, non si pensa mai a Ferrara nella sua veste più street e contemporanea, eppure è qui, davanti a tutti nel suo vestito più originale! Ecco a voi un tour decisamente insolito nella Ferrara contemporanea.

Case museo, street art in ogni angolo e particolarità Made in Fe, un tour per i visitatori più estrosi che ricercano l’innovazione e l’originalità!

Tour nella Ferrara contemporanea: tra smart, street art e innovazione!

Ferrara contemporanea: la smart city

Ferrara una città lenta, questo è da dire, ma c’è chi ha tanta voglia di fare e di innovarsi quindi, seppure in sordina, si stanno aprendo tante realtà magari consolidate nelle grandi città ma che a Ferrara sono un vero sinonimo di innovazione.

Potete sfruttare i servizi di bike e car sharing. Grazie all’all MoBike si possono usare le bicilette in sharing per spostarsi per la città e grazie al servizio di car sharing elettrico Corrente puoi spostarti con comodità per la città comprese ZTL e senza pagare il parcheggio.

Io vi segnalo queste possibilità perché chissà, possono sempre tornare utili

Tour nella Ferrara contemporanea: tra smart, street art e innovazione!

La Ferrara contemporanea: street art a GoGo

La mia città non parla solo la lingua del rinascimento e del medioevo, anzi, la street art ha una voce forte e chiara. Ho delineato un tour particolare, un percorso nella street art ferrarese tutto da seguire e fotografare, basta cliccare sul link per leggerlo!

Tour nella Ferrara contemporanea: tra smart, street art e innovazione!
Marielle Franco – Questo murales lo trovate in Viale Krasnodar

La Ferrara dell’arte contemporanea: il PAC

Il PAC, il Padiglione di Arte Contemporanea che si trova giusto accanto al Parco Massari ospita tutti gli anni mostre d’arte contemporanea intriganti e suggestive, oltre già ad essere la location stessa qualcosa di decisamente particolare.

Detto questo ci tengono a ricordare anche Biennale Donna, la mostra d’arte che ogni due anni si tiene al PAC e che dà spazio ogni volta ad una tematica diversa affrontata dalle artiste donne contemporanee.

Di solito sono dei veri e propri pugni allo stomaco queste mostre.

Voglio solo citarvi una delle ultime, Silencio Vivo, una mostra dedicata a 4 artiste dell’America Latina. Anna Maria Maiolino, Teresa Margolles, Ana Mendieta e Amalia Pica hanno letteralmente rotto il muro del silenzio con la loro arte fatta di narrazioni e performance coinvolgenti, parlando di stupro, denunciando le dittature, la mancata libertà di espressione, la violenza.

Il racconto dei drammi e della violenza toccano l’apice con Teresa Margolles, che in mostra aveva portato una delle sue installazioni più famose, Aire: in una stanza vuota, scura, la luce illumina solo due climatizzatori, la didascalia riporta il contenuto dell’installazione, ovvero due umidificatori riempiti con l’acqua proveniente dagli obitori di Città del Messico, utilizzata prima dell’autopsia per lavare i cadaveri delle persone assassinate.

So che può sembrare assurdo e tremendo allo stesso tempo, ma a Ferrara abbiamo ospitato e si continuando ad ospitare progetti forti, attuali, che si separano dalla storia medievale a cui tutti fanno riferimento.

La Ferrara delle case museo

A Ferrara l’arte diventa luogo di quotidianità. Questo lo potete trovare alla MLB gallery.

È un appartamento all’interno di un bellissimo palazzo rinascimentale in Corso Ercole I d’Este, un vero e proprio appartamento con salotto, sala da pranzo, camera da letto annessi e connessi ma non è una casa qualsiasi è una vera e propria galleria d’arte, una galleria d’arte contemporanea le cui opere dialogano insieme al quotidiano dell’abitazione.

Mostra all’avanguardia e tematiche attuali, spesso le opere esposte sono in relazione con le mostre di Palazzo dei Diamanti.

Una vera occasione, interessante, diversa, particolare, per tutti gli amanti dell’arte! Consiglio, visto il periodo, di controllare il sito e contattare la proprietaria nel caso di una visita.

Se ci spostiamo in provincia, incontriamo un’altra interessantissima casa-museo: la casa museo Remo Brindisi. Siamo al lido di spina a pochi passi dalla spiaggia e lì, si entra proprio nel vivo dell’arte contemporanea. Ne ho parlato nel post dedicato a cosa vedere a Comacchio e dintorni e con la bella stagione vi consiglio davvero di farci un giro!

Casa Museo Remo Brindisi – File di Wikipedia Commons

Mappe alternative di Ferrara

A Ferrara, oltre alle classiche mappe turistiche che potete trovare all’ufficio informazioni, potete anche la mappa USE-IT, la mappa protagonista di un circuito europeo, realizzata dai local per i turisti. Una mappa giovane e originale, con tanti spunti simpatici e che si presenta al turista con lo slogan “Act like a local”.

Vi suggerisco di richiederla agli uffici informazioni o in hotel.

Altra mappa che potete trovare in città, sempre agli IAT ma anche in vari totem sparsi per il centro il Metrominuto, sinonimo di una cittadina davvero a misura d’uomo dove tutto è raggiungibile tranquillamente a piedi o in bici, questa mappa vi dà un’idea in minuti delle distanze.

Tour nella Ferrara contemporanea: tra smart, street art e innovazione!

Beh, ora avete tutte le indicazioni per poter vivere una Ferrara decisamente originale e contemporanea!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto