Come pianificare i viaggi: dove trovo i luoghi insoliti e come organizzo i tour

Come pianifichi i viaggi? Spesso è una domanda che mi viene posta sui social, soprattutto quando realizzo quegli itinerari insoliti per le città e mi viene chiesto come cavolo trovo questi luoghi e se ho trucchi su come pianificare i viaggi.

Con questo post vi svelo tutti i miei segreti del mestiere!

Come pianificare i viaggi: dove trovo i luoghi insoliti e come organizzo i tour

Secondo me organizzare viaggi è un’arte, non tutti hanno lo spirito giusto per curare un viaggio nei dettagli e con questo non voglio assolutamente intendere la pianificazione ora per ora delle cose da vedere, ma la ricerca, la voglia di trovare luoghi meno noti e soprattutto pianificare un viaggio godendosi il viaggio!

Viaggiare non significa collezionare bandiere, collezionare paesi come tacche sulla cintura, significa scoprire, meravigliarsi, imparare ed è questo che faccio quando organizzo un nuovo viaggio.

Come pianificare i viaggi: il segreto è la curiosità

Tutti i miei viaggi partono prima da un mio viaggio mentale. Segno posti, destinazioni, luoghi, suggestioni e le organizzo in cartelle. Sia su Instagram che su Pinterest ho delle cartelle dei preferiti o bacheche dove raccolgo tutte quelle location e luoghi che vorrei fotografare.

Salvo una marea di post tutti i giorni con informazioni utili o location che non avevo mai visto prima proprio per conservarle e poterle vedere un giorno.

Così facendo ho sempre l’imbarazzo della scelta su dove voglio andare.

Come pianificare i viaggi: dove trovo i luoghi insoliti e come organizzo i tour

Come pianificare i viaggi: l’influenza di Humansafari

Mi sono resa conto che il buon Humansafari influenza tremendamente Mauro e me. Più di una volta i suoi video mi hanno talmente tanto coinvolto da dire, ok, andiamo lì anche noi.

È successo con:

Seguo davvero pochi ma validi influencer che mi trasmettono sempre fiducia e mi affido ai loro consigli.

I miei luoghi su Google Maps

Potete usare Google Maps o altri servizi simili, il concetto non cambia, salvo tutti i luoghi che voglio visitare così li ho a portata di smartphone quando sono fisicamente là.

Questo è il trucco per non perdermi nemmeno un luogo insolito.

Prima di visitare una città o una regione, segno tutti i luoghi che voglio visitare e non solo, se un luogo mi piace tantissimo, lo segno già a prescindere su Maps con un segnalino di un colore diverso, così da averlo già salvato!

Questo aiuta a fare mente locale, a capire quanto tempo mi serve per vedere tutto e come organizzare i singoli giorni in modo da non riempirli di roba andando sempre di corsa.

Unisco i puntini

Poi arriva il momento di unire i puntini e realizzare gli itinerari giornalieri. A volte è facile, altre per nulla e ci vogliono settimane per creare la configurazione perfetta che tenga conto anche degli imprevisti.

Mauro e io organizziamo gli itinerari in modo tale da poterli scambiare di giornata in giornata in caso di pioggia o imprevisti e teniamo sempre un giorno o anche due “liberi” proprio per aggiungere o recuperare ciò che non abbiamo avuto modo di vedere prima.

Come pianificare i viaggi: la parola chiave è RESPIRA

Non ha senso correre e vedere tutto se poi non ti godi nulla di ciò che vedi. Il segreto di tutti i nostri viaggi è che ce li prendiamo davvero con calma e relax, assaporiamo i momenti e ci perdiamo a zonzo per i luoghi che visitiamo.

Questo lo abbiamo imparato con il tempo.

Il nostro primo viaggio insieme a Londra è stata una vera corsa contro il tempo e ancora oggi quando ci pensiamo, ci sembra di aver visto poco e nulla.

Come pianificare i viaggi: app utili

Ho fatto un post dedicato alle app utili da usare in viaggio. Queste sono comode anche in fase di pianificazione. Le app per gestire il budget da spendere sono comode per fare già un po’ di conti prima della partenza.

Aggiungo inoltre il calendario, comodissimo per organizzare le varie visite per le varie giornate e un’app per gli appunti.

Una qualsiasi, non conta quale, ma è comodissima per segnarsi appunti, impressioni o cose da fare.

Ultimo ma non ultimo: affidarsi ai local

Il segreto dei miei viaggi è nell’affidarmi alle parole degli abitanti di quel luogo. Qualcuno ha scritto un libro, altri li intercetto sui social.

Se ho bisogno di informazioni specifiche, spesso mi affido agli abitanti del luogo oppure chiedo all’hotel direttamente in caso di pernottamento.

Beh, ora vi ho detto davvero tutti i miei segreti, ma sappiate che alla fine basta davvero solo una cosa: voglia di esplorare!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

2 pensieri su “Come pianificare i viaggi: dove trovo i luoghi insoliti e come organizzo i tour

  1. All’inizio anche io mi affannavo per visitare più posti possibile durante i viaggi; poi per fortuna mi sono resa conto che non mi rimaneva nulla è mi ritrovavo stanchissima e svuotata senza aver goduto fino in fondo delle varie esperienze. Ora ho cambiato ritmo; il passo è il mio, quello che mi aiuta ad assorbire ciò che mi circonda, a far fluire le emozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto