Cosa vedere a Cento: la piccola Bologna in provincia di Ferrara

Cento è una di quelle cittadine di passaggio, dove ti fermi a dare una sbirciata mentre ti stai dirigendo a Ferrara, a Modena o a Bologna, un luogo piccolo e tranquillo che prende vita e si anima durante il Carnevale, quando enormi carri passano per la sua via principale toccando addirittura i balconi delle case.

Luogo iconico della provincia di Ferrara, ho deciso di fare un piccolo post dedicato a cosa vedere a Cento e voglio anticiparvi subito che in una mezza giornata riuscite a girare la cittadina, vedere qualche museo e magari fermarvi in qualche ristorantino a mangiare, è davvero piccolina e purtroppo dopo il sisma del 2012 alcune aree museali sono ancora chiuse, ma potete sempre divertirvi a girare per le sue vie!

Cosa vedere a Cento: la piccola Bologna in provincia di Ferrara

Iniziamo con un pizzico di storia

Non siamo sicuri sull’origine del nome Cento. Potrebbe derivare dai romani che dividevano i territori in Centurie e da qui Centum oppure addirittura dai longobardi o anche dai Celti che avrebbero chiamato il Castello di Cento “Celto” poi diventato Cento.

Ciò che sappiamo per certo è che questa cittadina fu portata in dote da Lucrezia Borgia in occasione del matrimonio con Alfonso I d’Este e giusto per fare una gossippata, Lucrezia era la seconda moglie del duca e nonostante le dicerie, era una donna colta e caritatevole e fece tantissimo per Ferrara.

Cosa vedere a Cento: la piccola Bologna in provincia di Ferrara

Cosa vedere a Cento: un piccolo tour per la città

A Cento svetta la Rocca. Io ho avuto la fortuna di visitarla durante una mostra d’arte, ma solitamente è chiusa. La rocca di Cento domina la piazza circolare della città e guarda giusta giusta la via principale, Corso del Guercino.

Guercino è l’artista simbolo di Cento.

Seguendo questa via possiamo capire perché Cento viene anche definita la piccola Bologna, infatti le sue vie porticate e i suoi colori la ricordano tantissimo. Arriviamo così alla piazza principale della città, Piazza del Guercino (ve l’ho detto che lui è il simbolo). La statua dell’artista è il fulcro della piazza.

Qui potrete osservare alcuni palazzi stupendi a partire dal Palazzo del Governatore o della Ragione, davvero meraviglioso, che abbraccia un lato della piazza.

https://www.instagram.com/igersferrara/

Purtroppo come vi dicevo prima, il terremoto del 2012 non ha perdonato anzi, e alcune gallerie, la Pinacoteca e diverse chiese sono ancora chiuse a causa del sisma.

Il mio consiglio è quindi quello di percorrere tutta Corso del Guercino a partire dalla Rocca fino al parcheggio di Piazzale Bonzagni e poi risalire per Via Ugo Bassi, così da avere una panoramica dalle vie principali.

Il Carnevale di Cento

La tradizione del Carnevale di Cento risale al 1600, è il Guercino a rappresentarlo nei suoi affreschi. Vivere la città in questo periodo è davvero particolare, si scopre una Cento diversa, totalmente opposta alla tranquilla cittadina del resto dell’anno.

Le sei associazioni carnevalesche si sfidano ogni anno preparando carri allegorici immensi che sfiorano le finestre e i balconi delle stesse abitazioni. Un carnevale storico che è diventato importante a livello internazionale forte del suo gemellaggio con il famosissimo carnevale di Rio de Janeiro. Una vera esperienza che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita.

Il Carnevale di Cento e non solo: i carnevali ferraresi
Cosa vedere a Cento: la piccola Bologna in provincia di Ferrara

Il Giardino del Gigante di Cento

Ottimo per le foto e soprattutto perfetto per far sognare i bambini, andate a dare un’occhiata al Giardino del Gigante. È dalla parte opposta rispetto al centro città, ma comodissimo comunque da raggiungere a piedi.

Un parco che ricorda in piccolo Parc Güell a Barcellona, con animali giganti, mosaici e un tripudio di colori.

Cosa vedere a Cento: la piccola Bologna in provincia di Ferrara

Fuori Cento: il museo Magi ‘900

Uno dei primissimi post fatti su questo blog è proprio dedicato al Museo Magi ‘900 a Pieve di Cento, se amate l’arte contemporanea e concettuale, questo è il posto giusto per voi.
Dopo di che non vi svelo altro e vi lascio all’articolo che avevo scritto sul museo.

Il Museo Magi '900: l'arte contemporanea a Pieve di Cento
Giardino delle sculture

Cosa vedere a Cento: il bosco della Panfilia

da Cento, andando in direzione di Sant’Agostino troverete il Bosco della Panfilia che costeggia il fiume Reno. Questo è il posto perfetto per un paio d’ore di passeggiata nella natura incontaminata in totale relax!

Ho fatto un post dedicato anche al Bosco della Panfilia ed è sempre uno dei primissimi del blog, vi lascio alla lettura e ricordate lo spray antizanzare!

Il bosco della Panfilia: freschi pomeriggi nella natura

Dove parcheggiare a Cento

Ci sono una marea di parcheggi, ma il mio preferito resterà sempre il parcheggio della Coop in Via Bologna, nel perfetto mezzo tra la Rocca di Cento a 5 minuti a piedi e il Giardino del Gigante, sempre a pochissimi passi.

Se volete farvi una gitarella nei dintorni, Cento è il posto ideale per una passeggiata in tranquillità!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto