Cosa vedere a Brisighella e dintorni: alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia

Era da un paio d’anni che nominavo Brisighella e la inserivo nella mia lista di gite… Poi tutte le volte rimandavo, trovavo altro o me ne dimenticavo…. Ho fatto davvero male!!!
Che borgo delizioso, un borgo piccolo, colorato come solo i borghi sanno essere e con tanta storia e panorami.

Insomma, avete già capito cosa vedere a Brisighella: cose belle! Tutte quelle cose che piacciono agli amanti dei borghi tra panorami mozzafiato sulle rocche, botteghe, colori pastello e viuzze da fotografare in ogni angolo.

Che dite, pronti a visitare il borgo?
Andiamo!

Cosa vedere a Brisighella: panorama dalla torre dell'orologio con la rocca avvolta dalle colline

Cosa vedere a Brisighella: partenza dal centro storico

Così eccoci arrivati a Brisighella, Borgo più bello d’Italia e bandiera arancione del Touring Club.

Consiglio di iniziare la visita al borgo proprio dal centro storico, da Via Alberto Baccarini e proseguendo dritto per le vie vicine fino a Via Naldi, cuore di Brisighella.

Troverete botteghe, ristoranti e bar, tutto quello che occorre per fare una pausa pranzo/cena/aperitivo in piazza.

centro di Brisighella con macchine parcheggiate e tavolini all'aperto

La Via degli Asini

L’antica via del borgo o degli asini è uno dei pezzi forti di Brisighella.

Si tratta di una strada sopraelevata costruita inizialmente a scopo difensivo e che divenne poi usata dai birocciai che vivevano nel quartiere per trasportare il gesso dalle cave vicino al paese, usando gli asinelli per il trasporto, da lì l’appellativo via degli asini.

Cosa vedere a Brisighella scorcio della via degli asini

Si accede alla via proprio da Via Naldi, c’è un ingresso coperto subito dopo il palazzo del Comune e da lì si può procedere avanti e indietro per la via, osservando il borgo dall’alto e restando affascinanti dalla particolarità di questa strada semi dissestata ma decisamente unica nel suo genere!

percorso sconnesso della via degli asini, travi a vista nel soffitto
indicazione per la partenza della via degli asini

La torre dell’orologio

Dallo stesso ingresso della Via degli Asini troverete l’indicazione per raggiungere la torre dell’orologio, un tratto in salita tutto di gradini che offre un panorama meraviglioso sulla Rocca di Brisighella e sul Santuario del Monticino.

Brisighella ha infatti tre colli, tre punti sopraelevanti che la definiscono: la torre dell’orologio, la rocca Manfrediana o dei Veneziani e il Santuario del Monticino appunto.

Cosa vedere a Brisighella: la torre dell'orologio

Dopo un numero infinito di gradini, ma tutto sommato una salita non faticosa, si arriverà alla torre dell’orologio e potrete godere di un balcone sulla rocca e sul verde circostante, un panorama unico in cui si vede anche un sentiero di cipressi che fa subito ricordare la Val d’Orcia.

panorama dalla torre dell'orologio di Brisighella

Cosa vedere a Brisighella: la rocca dei Veneziani

Dopo essere scesi dalla torre dell’orologio potete affrontare l’altra super salita che porta alla rocca del paese.

La salita può essere fatta a piedi passando per Via Spada e seguendo le indicazioni, o in auto.

A voi la scelta.

la vista dalla rocca di Brisighella sul santuario e le colline

Il giardino di Ebe

Vi consiglio però di iniziare la salita fino al particolare Giardino di Ebe. Oserei dire che è un’opera di land art, quasi una installazione artistica, realizzata nel 2000 dall’artista Hidetoshi Nagasawa.

Un piccolo labirinto di pietra in cui passare tramite alcuni gradini da una stanza all’altra. Il concetto: terra, argilla, gesso e ulivo, le caratteristiche del territorio di Brisighella, un tributo al territorio quindi che si celebra già con un inchino.

Per entrare infatti serve abbassarsi per via dell’ingresso stretto, quasi in segno di rispetto verso la natura circostante.

Salire alla rocca in macchina

Potete anche raggiungere la rocca in macchina. La strada è in salita ma piuttosto larga, troverete un piccolo spiazzo dove ci staranno si e no 4 macchine, è giusto sotto alla rocca, potete lasciarla lì se trovate posto, oppure entrare nel passaggio che troverete subito accanto dopo il tornante, è l’ingresso del parcheggio, proprio nel retro della rocca.

Non ho visitato l’interno perché era chiuso, ma la vista da lì è davvero stupenda, si vedono sia la torre dell’orologio che il santuario oltre che tutta Brisighella.

Dalla rocca inoltre, potete fare una passeggiata, assaporando la natura del luogo, camminando lungo un viale di cipressi che conduce fino ai gradini della torre dell’orologio, insomma, è tutto molto bello e romantico anche se in pendenza!

viale di cipressi di Brisighella

Dove parcheggiare a Brisighella

Eccoci alle ultime battute informative.

A Brisighella ci sono diversi parcheggi, consiglio di lasciare l’auto al parcheggio della stazione ferroviaria, in Via Alcide de Gasperi, ma ci sono anche altri parcheggi gratuiti:

  • Piazzetta Pianori
  • Via Fratelli Cardinali Cicognani
  • Piazza Donatori del Sangue
  • Via Friuli
  • Via Lamone
  • Viale delle Terme

Beh, direi che siamo giunti alla fine della nostra gita a Brisighella.

La visita secondo me dura circa una mezza giornata, quindi consiglio di associarla ad altri borghi, come Bertinoro (quello che ho fatto io) oppure andare in esplorazione al Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola o lasciarsi incantare dai mosaici di Ravenna, a voi la scelta!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

2 pensieri su “Cosa vedere a Brisighella e dintorni: alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia

  1. Brisighella, l’incantevole borgo dei Tre Colli…ho avuto il piacere di andarci in autunno e il paesaggio che ho incontrato è stato a dir poco meraviglioso. Un piccolo borgo quasi uscito dalle fiabe che attraverso le tue foto, che sono stupende, lo rendono ancora più magico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto