Cosa vedere nei dintorni di Reggio Emilia: tra borghi e natura

Il territorio reggiano mi ha stupito in tutto e per tutto, si può tranquillamente passare una settimana di ferie qui girando tra città, borghi, panorami e castelli, il tutto accompagnati da buon cibo per tutto il tempo!

Con questo post ci tengo a riassumere cosa vedere nei dintorni di Reggio Emilia, consigliandovi qualche borgo facilmente raggiungibile in auto da Reggio, diversi castelli e itinerari tematici, soluzioni interessanti per tutti i gusti!

Partiamo con i borghi che dite?

Prima parte dei dintorni di Reggio Emilia la dedichiamo ad alcuni borghi. Qui a Reggio ogni paese ha una storia da raccontare, io mi limiterò a citarne alcuni, quelli che ho trovato più interessanti per una visita o per un itinerario tematico.

Scandiano

Siamo a pochi minuti di macchina da Reggio Emilia. Scandiano è un borgo davvero affascinante, definito da Carducci come terra di sapienti e di poeti, qui infatti sono nati Matteo Maria Boiardo, il poeta dell’Orlando Innamorato e Lazzaro Spallanzani, scienziato naturalista di cui troverete la sua statua nella piazza omonima.

dintorni di reggio emilia: statua di Lazzaro Spallanzani a Scandiano

Attraversando l’arco della Torre dell’Orologio entrerete nel cuore del centro storico di Scandiano. Proprio dalla torre potete trovare l’ingresso della Confraternita dell’Aceto Balsamico, pare infatti che l’aceto balsamico sia nato proprio nel reggiano in origine.

Visitate anche Piazza Fiume, dove un tempo c’era il ghetto ebraico e raggiungete poi il simbolo del paese, la Rocca del Boiardo, accanto alla chiesa parrocchiale, immensa e affascinante.

Rocca di scandiano

Castellarano

Un esempio di borgo castellano fluviale, con la sua rocchetta e il suo castello. È un borgo delizioso, vi avevo parlato già di Castellarano per via delle panchine giganti, quindi se andate a fare il percorso fino alla panchina ricordate di fermarvi anche per una passeggiata nel suo centro storico.

panchina gigante di castellarano

Votigno di Canossa

Onestamente? Mi ha deluso. Votigno di Canossa ha una particolarità, è immerso nel verde, è una vera oasi di pace tra le colline reggiane e forse è anche per questo che qui è nata la Casa del Tibet ed è diventato un luogo di culto dove meditare e dove apprendere i fondamenti della cultura buddista.

Il fascino suggestivo del luogo unito alla sua impronta religiosa si scontrano però con la realtà, mi è sembrato infatti tutto finto.

Il borgo è stato ristrutturato negli anni ’60, è stato recuperato rispettando la formazione originale ma l’idea è di una scenografia di un film, non di un borgo medievale come può essere invece La Scola.

Insomma, io ve lo segnalo, poi lascio a voi le conclusioni e vi invito ad approfondirlo meglio nel post dedicato.

votigno di canossa dall'alto

Brescello

Per tutti gli amanti di Don Camillo e Peppone, questo è il paese per voi. A Brescello potrete immedesimarvi nelle peripezie quotidiane dei personaggi di Guareschi, fare un percorso tematico che vi farà toccare alcune delle location dei film fino a visitare il museo pieno di cimeli dedicato proprio a Don Camillo e Peppone.

Per approfondire la visita a Brescello vi rimando al post dedicato!

Visitare Brescello: nel paese di Don Camillo e Peppone
La piazza e la statua di Peppone

Terre di Castelli, Terre di Canossa

Nei dintorni di Reggio Emilia possiamo ammirare alcuni dei castelli più affascinanti dell’Emilia Romagna. Da Canossa a Rossena, fino a Bianello e Carpineti, passando per rocche, rocchette e altri borghi, ognuno con il suo castello.

Girare queste zone, sia in auto che in bici o con un bel trekking, significa ripercorrere le orme di Matilde di Canossa e alcuni dei punti più importanti della storia.

Itinerario per i Castelli Matildici: alla scoperta di Matilde di Canossa

Panchine giganti e trekking

La natura è una parte fondamentale del paesaggio reggiano. Se volete cercare panorami mozzafiato allora quello che vi serve e sedervi su una bella panchina gigante… Nei dintorni di Reggio ne avete ben 4!

Potete fare un itinerario alla ricerca delle panchine giganti oppure dedicarvi ad un bel trekking alla Pietra di Bismantova, avete solo l’imbarazzo della scelta!

nei dintorni di reggio emilia: pietra di bismantova

Ultimo ma non ultimo, dopo tutti questi giri tra borghi, castelli e natura, non dimenticate di lasciarvi coccolare dalla cucina del territorio. Una bella fetta di erbazzone, un piatto di cappelletti o perché no una visita ad un caseificio del Consorzio Parmigiano Reggiano con un bel assaggio di formaggio alla fine, la cucina reggiana vi saprà stupire!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

2 pensieri su “Cosa vedere nei dintorni di Reggio Emilia: tra borghi e natura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto