10 e più cose da fare nei dintorni di Cortina: trekking, laghi, musei e borghi

Cortina d’Ampezzo è la star delle Dolomiti, cittadina famosa e rinomata, molto carina per una passeggiata e ottima come punto d’appoggio per tantissime escursioni, camminate e gite alla scoperta dei borghi e dei luoghi più iconici delle Dolomiti, quindi ecco cosa fare nei dintorni di Cortina.

Trovo i prezzi abbastanza alti in questa località ma ovviamente dipende sempre da persona a persona, se siete fortunati e riuscite a trovare un alloggio ad un ottimo rapporto qualità prezzo, puntate su quello e fermatevi qui per iniziare la vostra esplorazione nei dintorni di Cortina.

cortina centro città

Visitare Cortina: alcuni punti da segnare

È stata molto fugace la mia visita a Cortina. È una cittadina piccola, con un paio di vie principali dove si concentrano i negozi e le attività di maggiore interesse.

Quindi in questo primo paragrafo vi do giusto qualche suggerimento dedicato proprio a Cortina, a partire dai musei:

  • Museo d’arte moderna Mario Rimoldi, una raccolta d’arte di sculture e dipinti tra cui tanti esponenti rilevanti del Novecento italiano
  • Museo Paleontologico
  • Museo delle regole d’Ampezzo, un museo etnografico che ricorda gli usi e costumi dell’epoca

Se passeggiate per il centro, non dimenticate di fare un salto alla Libreria Sovilla, in Piazza Silvestro Franceschi, 11, il luogo ideale per gli amanti dei libri.

Se invece avete voglia di camminare, potete raggiungere (a piedi o con la funivia Freccia nel Cielo) il lago Ghedina, vicino a Cortina e con delle sfumature di colori uniche.

libreria sovilla a cortina

I must imperdibili per chi è nei dintorni di Cortina

1) Il Lago di Misurina, a poco più di 20 minuti da Cortina, per scoprire la sua leggenda e fare il giro del lago. Da lì magari iniziare un trekking fino al Rifugio Col de Varda o magari rilassarsi sulla seggiovia.
È il posto perfetto per chi ha voglia di rilassarsi e per gli amanti della fotografia, questo lago saprà incantarvi!

Lago di Misurina dall'alto

2) Raggiungere le Tre Cime di Lavaredo. Posto super famoso e per questo preso d’assalto in alta stagione. Le Tre Cime si raggiungono agevolmente in macchina da Cortina e da lì potete godervi uno dei trekking più belli e scenografici della zona.

3) Cinque Torri. Un trekking di media difficoltà, ma possono affrontarlo tutti con la dovuta calma. Siamo a mezzora di auto da Cortina, ma da qui passano anche diversi bus che fermano proprio all’inizio del percorso per le Cinque Torri, per salire a piedi o prendere la funivia.
Un sentiero splendido, prima avvolto dai boschi e poi sulla roccia, con panorami suggestivi, fino al Museo a cielo aperto dedicato alla Grande Guerra, dove si possono esplorare le trincee.

nei dintorni di cortina: cinque torri sulle dolomiti ampezzane

4) Passo Giau. Se siete escursionisti esperti, dalle Cinque Torri potete seguire il sentiero cai che porta fino a Passo Giau. In alternativa, a pochi minuti di macchina dalle Cinque Torri, potete raggiungere uno dei panorami più fotografati delle Dolomiti.
L’auto va lasciata negli spiazzi ricavati lungo la strada e da qui iniziare a fare una camminata nella zona o semplicemente fermarvi a mangiare al rifugio.

passo giau nei dintorni di Cortina

5) Al Lago di Sorapis. Uno dei laghi più belli del territorio, un colore unico nel suo genere. Da Cortina si arriva agilmente all’inizio dei sentieri che portano fino al lago ma fate attenzione, il sentiero 215 è molto esposto, non adatto a chi soffre di vertigini, mentre il sentiero 217 è più difficile in termini di allenamento e ha meno tratti esposti, sebbene comunque difficili per chi soffre di vertigini, quindi valutate bene prima di salire.

Pronti a scoprire cos’altro vi riservano i dintorni di Cortina?

6) Visitare il paesino di Cibiana di Cadore. Un borghetto conosciuto grazie ai social, piccolo ma con una particolarità: è ricco di murales. Nel cuore del paese, gli edifici e le abitazioni sono affrescati con disegni che richiamano le tradizioni passate, un modo originale e suggestivo di portare avanti la memoria.

7) Salire sul Monte Rite. A pochi minuti di macchina da Cibiana di Cadore si trova il Monte Rite. In cima potete visitare il Museo delle Nuvole, il Messner Mountain Museum Dolomites, ricavato in un forte della guerra, una struttura affascinante e un posto perfetto per fare trekking ma attenzione, serve essere allenati!

8) Vedere il Balcone delle Dolomiti. In cima al Monte Rite non troverete solo il museo ma anche il Balcone Panoramico delle Dolomiti, una terrazza panoramica a 360 gradi con indicati tutti i maggiori monti della zona, potete vedere tutto e identificare tutte le vette più importanti, un luogo suggestivo e perfetto per le foto.

Se volete uscire dalla regione…

9) Lago di Dobbiaco e San Candido. Se da Cortina volete spingervi fino in Trentino Alto Adige, potete allungarvi con l’auto fino al suggestivo Lago di Dobbiaco e dopo aver fatto il giro del lago ed esservi rilassati sulle sue sponde, potete raggiungere il colorato paese di San Candido e godervi la sua quiete e il suo ottimo cibo.
A proposito, a San Candido potete divertirvi con il Fun Bob presso gli impianti di risalita, proprio a pochi passi dal centro.

Cosa vedere in Val Pusteria: paesi, sentieri e tanta adrenalina

10) Lago di Braies. Altra gemma delle nostre montagne, se avete voglia di farvi un’oretta di macchina immersi nei panorami della Val Pusteria, da Cortina potete raggiungere Braies. Mi sono innamorata di questo lago, forse perché l’ho visitato all’alba e i colori mi hanno stregato, ma nel post potete trovare tutte le informazioni aggiornate.

100 cose da fare in Italia prima di morire: Estate al Lago di Braies: i miei trucchi per parcheggiare e godersi la magia del lago!

11) Longarone e la Diga del Vajont. Soltanto di recente mi sono resa conto di quanto la zona confini con il Friuli. Da Cortina infatti potete raggiungere la Diga del Vajont in un’oretta e venti di auto. Uno dei luoghi più suggestivi mai visitati, da brividi per la sua storia, da brividi per le vertigini e con il magone per quanto è accaduto. La visita si fa con una guida ed è un posto incredibile da vedere.

Visitare la Diga del Vajont: una stretta al cuore e la tremarella alle gambe

Ora non vi resta che pianificare!

Eccoci qui con tanti consigli per scoprire Cortina e i suoi dintorni, cliccando sui nomi evidenziati in arancione nell’articolo troverete anche i vari articoli di approfondimento con tutte le informazioni utili per organizzare al meglio il proprio itinerario.

Non mi resta che augurarvi buon viaggio!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto