Barcellona Insolita: cosa vedere oltre alle tappe classiche della città

Se mi seguite da un po’ sapete che sono un’amante dei luoghi meno turistici delle città, lo stesso vale per questo tour della Barcellona Insolita alla scoperta di alcune chicche della città.

Barcellona non è tra le mie destinazioni preferite, forse per via delle tante aspettative o forse perché il periodo ha creato non pochi disagi, soprattutto con il traffico aereo, per saperne di più potete leggere qualche qui.

Detto questo però, è una città dall’animo magico, sa incantare c’è poco da fare, si sente quel magnetismo nell’aria fatto di musica, profumi e colori.

Barcellona Insolita: cosa vedere oltre alle tappe classiche della città

La Barcellona più insolita e segreta vi aspetta!

Barcellona Insolita: seguire la musica per la città

Il Palau de la Música Catalana è un mirabile esempio di architettura modernista, una sorta di eccentrico e coloratissimo giardino della musica, imponente, sfavillante, assolutamente da non perdere.

È aperto tutto l’anno e si può visitare tramite tour guidati in inglese e spagnolo.

AH! Nel 1997 il Palau de la Música Catalana è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.

Perdetevi tra la musica e i colori di questo luogo, fa bene all’anima.

Inoltre tutto il quartiere di El Born è stupendo e proprio qui vicino c’è un’altra perla poco conosciuta.

Barcellona Insolita: cosa vedere oltre alle tappe classiche della città

Barcellona Insolita: una cascata nel cuore della città

Il parc de la Ciutadella è tra le costruzioni realizzate durante l’Esposizione Universale e c’è lo zampino di Gaudì anche qui.

È un parco immenso e vario, dove è presente al suo interno anche il Parlamento e ricorda molto i Jardin du Luxembourg di Parigi.

La cascata al suo interno è immensa, la si può conteggiare salendo i gradini ed è davvero un colpo d’occhio incredibile.

Unica pecca, se ci andate in astate, troverete un solo barettino per stare un po’ in ombra a rilassarsi.

Barcellona Insolita: cosa vedere oltre alle tappe classiche della città

Immersi nella storia: Santa Maria del Pi

Ve ne ho parlato nel post dedicato ai panorami di Barcellona. Questa chiesa gotica costruita in tempi record è davvero suggestiva. Meno nota rispetto alla Cattedrale o alla Sagrada Familia, si trova nel cuore della Barcellona più antica e merita di essere visitata.

Barcellona Insolita: il Raval e El Gato di Botero

Il Raval è un quartiere multietnico in fermento. Un tempo considerato malfamato, ora è tranquillamente visitabile solo state sempre attenti che non si sa mai.

Qui non solo potete perdervi tra i colori di queste splendide vie e della sua street art ma vedere un altro palazzo realizzato da Gaudì, Palau Güell e, soprattutto, potete incontrare il gattone ciccione più bello del mondo El Gato di Botero, sulla rambla del Raval, vi aspetta lì, pronto per essere abbracciato, se ci riuscite ovviamente!

Musei insoliti di Barcellona

In pieno centro ma fuori dai circuiti tradizionali, divertitevi ad esplorare due musei decisamente interessanti, il Museu de la Xocolata e il Museu Eròtic de Barcelona. Piccoli e particolari, li consiglio a chi vuole fare dei tour fuori dal solito.

Ma, onestamente, se avete poco tempo, risparmiate i soldi e andate da altre parti.

Barcellona è una città in fermento, lo avrete notato, se state cercando qualche itinerario per la città, non mancate di vedere tutti i consigli alla voce Barcellona del blog, vi lascio il link!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto