Cosa vedere a Gubbio in un giorno, dove mangiare tipico e smaltire la pancia!

Gubbio per me è la classica cittadina da gita, il posto perfetto per fare una scampagnata tra borghi e natura senza rinunciare al buon cibo. Oggi vi racconterò cosa vedere a Gubbio in un giorno solo a disposizione, voglio consigliarvi anche un ristorantino davvero delizioso in posizione strategica e, oggi abbondiamo, voglio pure darvi un consiglio per smaltire tutto quello che mangerete, perché il ristorantino dove siamo andati Mauro e io è davvero ghiotto ma dopo quella mangiata, esci rotolando!

Cosa vedere a Gubbio in un giorno, dove mangiare tipico e smaltire la pancia!

Cosa vedere a Gubbio in un giorno: la fontana dei Matti

Prima tappa fondamentale per entrare nel mood di Gubbio è sicuramente prendere la patente di matto. Non tutti forse sapranno che Gubbio viene definita la città dei matti!

Non tanto nel senso letterale del termine, quanto nel loro essere divertenti, ironici ed imprevedibili, un po’ come i personaggi di Don Matteo nei fatti!

In Largo Bargello troverete l’omonima fontana, detta anche Fontana dei Matti. Se fate tre giri intorno alla fontana alla presenza di un eugubino doc e vi farete “battezzare” con l’acqua della stessa, potete ottenere la patente ufficiale di Matto, quella vera dell’Associazione del Maggio Eugubino.

Nei negozietti di souvenir li attorno però, troverete anche non ufficiali ma comunque simpatiche come ricordo.

Cosa vedere a Gubbio: Piazza Grande

Cuore della città, centro nevralgico in cui vi sentirete sul set dei vecchi episodi di Don Matteo. Qui troverete il Palazzo dei Consoli, sede museale con una vista panoramica super, e il Palazzo Pretorio, oltre che al famoso bar (con tanto di fotografia) dove Don Matteo e il Maresciallo giocavano a scacchi.

Punto forte della piazza è la sua gigantesca terrazza su tutta la parte sottostante di Gubbio e le sue colline, un panorama bellissimo e dai colori pastello molto affascinante.

Cosa vedere a Gubbio in un giorno, dove mangiare tipico e smaltire la pancia!

Come sempre, girate per le viuzze!

Gubbio si destreggia tra salite e discese, tra chiesette e piccoli musei, giratevela per le sue viuzze piene di mattoni e lasciatevi travolgere dal suo fascino senza tempo.

La sfida per restare in forma: raggiungere la Basilica di Sant’Ubaldo a piedi!

A Gubbio rimane ancora oggi attiva e presente una delle feste italiane più antiche: la Festa dei Ceri. La Festa dei Ceri si svolge a Gubbio nel mese di maggio e consiste nel trasportare in corsa tre ceri coronati da statue di santi: Sant’Ubaldo (il santo patrono di Gubbio), San Giorgio e Sant’Antonio Abate.

Il capolinea della corsa dei ceri è la Basilica di Sant’Ubaldo, punto sopraelevato che domina Gubbio dall’alto del Monte Ingino e la vista è fenomenale da lassù!

Cosa vedere a Gubbio in un giorno, dove mangiare tipico e smaltire la pancia!

Potete raggiungere la basilica con la funivia ma, se soffrite di vertigini come me, ve la sconsiglio, è un gabbiotto piccolo e forato sospeso a mezz’aria, a me ha fatto venire l’ansia solo a vederlo!

Abbiamo quindi deciso di andare a piedi, percorrendo la strada che si percorre durante la festa dei ceri. In teoria però è raggiungibile anche in macchina tramite Via Fosso in direzione Scheggia, ci sono le indicazioni e anche un parcheggio.

Dove mangiare a Gubbio, ecco il punto forte!

In posizione strategia per la sua vicinanza dal centro e dal parcheggio: La Cresciamia in via Cavour 23. Un locale molto affascinante e retrò, dove è possibile assaggiare uno dei prodotti tipici di Gubbio, la crescia.

È una torta al testo nei fatti, un crescione, una focaccia fatta con prodotti poveri ma molto buona, inoltre i prodotti vengono tutti da aziende locali.

Dove parcheggiare a Gubbio

Abbiamo due parcheggi comodi al centro, uno è il Parcheggio dal Teatro Romano di Gubbio e l’altro è il Parcheggio del Seminario. Non sono parcheggi particolarmente grandi, hanno una parte a pagamento e una (piccola) gratuita, tutto dipende dall’orario in cui arrivate e dalla fortuna che avete, ma questi sono decisamente comodi e vicini al centro.

Per tutte le info aggiornate vi suggerisco il sito dell’ufficio turistico di Gubbio.

Se sei nei dintorni di Gubbio, potrebbe anche interessarti:

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

5 pensieri su “Cosa vedere a Gubbio in un giorno, dove mangiare tipico e smaltire la pancia!

  1. Siamo stati on the road in questi territori bellissimi, ma non siamo riusciti ( mannaggia) a fermarci a Gubbio, anche se era in lista. Ci siamo trattenuti un giorno in più ad Assisi. ma non mancheremo di tornare, perchè mi sono innamorata della tranquillità di quelle zone.

  2. La crescia cosa mi hai ricordato strepitosa…
    Sono stata a Gubbio due o tre volte e non smette mai di sorprendermi…
    Il mio posto preferito resta la basilica Sant’ Ubaldo con il suo panorama indimenticabile sulla città e sul verde circostante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto