Cosa vedere nella Valle del Bidente: 3 borghi da scoprire

Il blog tour alla scoperta dei borghi della Romagna insieme alle mie colleghe blogger Giorgia (La Valigia di Pimpi) Giulia (Una Mamma per Guida) e Roberta (Different Details) ci ha portato su e giù con il van di Ramingo Travel per le valli della Romagna.

Oggi parleremo proprio di una di queste valli, con un post dedicato a cosa vedere nella Valle del Bidente, tra borghi meravigliosi che mi hanno davvero stregato e… panorami da urlo!

Cosa vedere nella Valle del Bidente

Cusercoli

Il borgo di Cusercoli è piccolo e delizioso. A pochissimi passi da Borgo Basino, l’ecovillaggio dove ho alloggiato.

Il suo castello si vede già dalla strada, svetta sul borgo nato proprio attorno ad esso.

Il castello di Cusercoli risale ai Malatesta, per poi passare ai Conti Guidi. È aperto la seconda e quarta domenica del mese ed è sempre gratuito. In caso di gruppi o se volete contattare il castello, potete anche entrare con visite guidate e anche fuori dalle domeniche.

Al castello è presente anche un ostello, realizzato per i pellegrini infatti qui passano il cammino di San Vicinio, la via Francigena, il cammino di Dante e la Via dei Romei.

Oltre a visitare l’impianto del castello, potete visitare il museo dedicato alle formelle della via crucis che risalgono al ‘700, un bellissimo giardino prensile con vista sul borgo e la chiesa storia.

Spot instagrammabile: se vi posizionate lungo il fiume, all’incrocio di Via Bidente, potete immortalare il castello che sovrasta il borgo con il fiume che scorre sotto.

Cosa vedere nella Valle del Bidente: 3 borghi da scoprire

Galeata

Decisamente grande, il paese di Galeata nasconde delle vere chicche!

Infatti uscendo dalla parte principale del paese di Galeata potete raggiungere Pianetto, una frazione di Galeata molto suggestiva.

Il piccolissimo borgo vi accoglierà con tante lucine attorno agli alberi e con il profumo di cipolle proveniente dall’Osteria La Campanara, il posto ideale per gustare la cucina tipica del territorio.

pianetto

Qui potete anche visitare il Museo Civico Mambrini, una raccolta divisa in due parti: il cuore del museo è la collezione archeologica con i reperti che provengono dal sito della città romana di Mevaniola, dalla villa di Teoderico, dall’abbazia di S. Ellero e dal territorio del fiume Bidente, per poi avere una piccola parte a pinacoteca con diverse raffigurazioni religiose.

Proprio parlando di Sant’Ellero, se siete in vena di panorami e curiosità, non potete perdervi l’eremo!

L’eremo Sant’Ellero

Dall’Eremo di Sant’Ellero potete vedere tutta Galeata e le colline romagnole e potete raggiungerlo in auto o anche a piedi. Percorrendo la Via delle Celline, potete partire da Galeata percorrendo tutte le tappe della via crucis fino all’eremo.

Da qui poi potete percorrere diversi sentieri cai per vivere appieno la natura romagnola.

foliage in romagna all'eremo di sant'ellero a galeata

Sant’Ellero è molto importante per la storia e le leggende locali, ma una curiosità domina su tutte: nella cripta dell’eremo potete trovare un buco con un cartello che vi indica di infilarci la testa. Leggenda vuole che se qualcuno soffre di mal di testa, infilando la testa nel buco, gli passa!

Se volete vedere com’è andata con me e le mie compagne di viaggio, vi invito a dare un’occhiata alle storie in evidenza su @cappellacciamerenda

autunno nei borghi di romagna eremo di sant'ellero

Santa Sofia

Tra le cose da vedere nella Valle del Bidente, non potete perdervi questo borgo vicinissimo alla Diga di Ridracoli.
Se volete visitare la diga infatti, vi consiglio di fermarvi a Il Golosone Sas per fare i panini più buoni del mondo!

Poco più avanti inizia il percorso che porta al Parco fluviale S. Sofia, un percorso ciclo pedonale che costeggia il fiume ed è ricco di statue e sculture di arte contemporanea, il luogo perfetto per chi vuole fare una camminata rilassante a contatto con la natura!

Cosa vedere nella Valle del Bidente panorama della romagna

Ovviamente i borghi non sono finiti, ma io preferisco consigliarvi quelli che ho avuto modo di visitare. Della stessa valle potete visitare Civitella di Romagna, Meldola e Bertinoro (di cui vi ho già parlato).

Che dire, è un territorio tutto da scoprire e da gustare!!

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto