Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie

Mesola è stata la mia prima gita della Fase 2 e vi dirò che è stato proprio bello poter ritornare a gironzolare, anche se a pochi chilometri da casa!
Ho condiviso questa felicità sui social e ho scoperto un incredibile interesse verso la città e il suo Boscone, per questo ho deciso di fare questo post dedicato a cosa vedere a Mesola e dedicato in particolar modo alla sua Delizia e alla Riserva Naturale Bosco della Mesola, il Boscone, un tripudio di verde a pochi passi dal mare.

Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie
Ph. @mauro_grazzi

Cosa vedere a Mesola: il castello estense di Mesola

Mesola è proprio un paesotto colorato e grazioso, piccolo ma molto pastelloso con tanto di viale fiorito che ti porta al Castello.

Il Castello Estense di Mesola è un bel colpo d’occhio nella piazza del paese. Quattro torri imponenti che svettano sul paese, il Castello Estense di Mesola rischia quasi di competere con il Castello Estense di Ferrara dal tanto che è imponente!

Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie

Un mix tra una fortezza e una dimora di lusso, voluta da Alfonso II che ci teneva a lasciare un segno sul suo territorio, creando qualcosa di incredibile ma anche di sfarzoso in una posizione non a caso, infatti si trova a pochi passi dal bosco per la caccia.

Ora il Castello Estense di Mesola si può visitare, gli orari sono un filino stretti: da novembre a marzo: da martedì alla domenica 9.30-12.30 / 14.30-17.30. Da aprile a ottobre: da martedì alla domenica 9.30-12.30 / 15.00-18.00

Lunedì è chiuso

All’interno potete trovare i segni del suo sfarzoso passato mentre al secondo piano potete trovare il Museo del Bosco e del Cervo della Mesola un museo soprattutto adatto alle famiglie, con tante indicazioni dedicate alla flora e soprattutto la fauna del Boscone della Mesola e al suo re indiscusso, il cervo!

Il Castello di Mesola è all’interno del circuito dedicato alle Delizie Estensi, le dimore costruite dalla famiglia d’Este tra Ferrara e provincia. Nel 2000 l’UNESCO ha attribuito alle Delizie il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità proprio perché “illustrano in modo eccezionale l’influenza della cultura del Rinascimento sul paesaggio naturale”.

Fotografare il Castello Estense della Mesola: l’argine del Po

Oltre a dirvi cosa vedere a Mesola, devo assolutamente consigliarvi un tips fotografico. Per gli amanti della fotografia, ricordate di seguire le indicazioni per la Destra Po, l’area ciclabile segnata come FE20.

Proprio dalla piazza potete imboccare via Folegatti Francesco e salire sull’argine. Da lì c’è una vista stupenda del castello, perfetta per le foto, e soprattutto potrete vedere il Po e salutare il Veneto dall’altro lato della sponda.

Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie

Cosa vedere a Mesola: Riserva Naturale Bosco della Mesola

Conoscete il treebath o foresta terapia? Ecco, qui ho proprio vissuto in parte l’esperienza di un bagno di alberi, un rilassante e autentico contatto con la natura.

Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie

L’ingresso al museo costa un euro, un prezzo piuttosto simbolico. Una volta entrati potete scegliere tra vari tipi di percorsi da fare a piedi o in bicicletta. Se invece volete fare dei percorsi guidati, come il percorso per andare alla ricerca dei cervi abitanti del Boscone, allora vi consiglio di parlare direttamente con la biglietteria per prenotare la visita.

Mauro e io ce lo siamo girato tutto a piedi, circa 10 km di percorso, visitando tutte le aree che era possibile visitare, al momento in cui scrivo infatti, c’erano dei lavori di manutenzione nel bosco e alcuni sentieri erano chiusi.

Il giro classico si compone di tre percorsi di differenti lunghezze. Girando per il parco, ci sono tantissimi pannelli esplicativi indicanti la fauna del luogo e i percorsi da seguire, ci sono anche piccola aree con tavoli e panche attrezzati per il pic nic.

I miei consigli per visitare la Riserva Naturale Bosco della Mesola

  • Spegnete il telefono e rilassatevi, respirate a pieni polmoni la natura e lasciatevi cullare da essa.
  • Se volete vedere i cervi, prenotate il percorso apposito, è il modo migliore per vederli!
  • Portate con voi l’acqua e, se mangiate al parco, portate poi a casa i vostri rifiuti, non abbandonateli lì!!
  • Rispettate la natura sempre, è bella e dobbiamo tutti rispettarla.

Dove parcheggiare a Mesola e alla Riserva Naturale della Mesola

Per quanto riguarda Mesola, potete lasciare la macchina al parcheggio indicato su Maps come “Elettrico Veicolo Stazione di Ricarica” ha alcune stazioni per la ricarica della auto elettriche ma è un parcheggio in piena regola con le strisce bianche, si accede da Via Biverare e costeggia il Parco Adriatico, si trova a pochi passi dal Castello.

Al Boscone invece suggerisco il parcheggio di Via Frassini. Questo parcheggio è sia per auto che per bus e camper, costa 2 euro per l’intera giornata ed è collocato accanto alla biglietteria e al noleggio bici.

Inutile dire che è una gita perfetta per unire natura e cultura e ovviamente vi consiglio di prepararvi un bel pranzetto al sacco!
Se avete domande, non esistate a scrivermi sui social o nei commenti…

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

2 pensieri su “Cosa vedere a Mesola e al Boscone della Mesola: tra verde e Delizie

  1. Interessante! Pensavo che il castello fosse chiuso al pubblico! Seguirò i tuoi suggerimenti x la visita del Parco. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto