Appartamento ad Innsbruck: quella volta in cui ho cucinato cotechino e purè in Austria

Cercare un appartamento ad Innsbruck non è stato per nulla facile e, nonostante l’essersi preparati per tempo, il voler spendere poco, lo stare vicini al centro e avere il parcheggio, sono tutte richieste oneste ma limitanti per cercare un posto come si deve.

E così siamo approdati qui, allo Boardinghouse Innsbruck.
Spartano ma onesto, con tutto il necessario tranne il free wifi e con un personale che non sapeva un cavolo di inglese. Fortuna che avendo studiato tedesco turistico, sapevo gestirmi un pochettino.

Appartamento ad Innsbruck: quella volta in cui ho cucinato cotechino e purè in Austria

Recensione dell’appartamento a Innsbruck

Tra le varie proposte, questo appartamento ad Innsbruck aveva un pregio, era economico ed era vicino al centro, con tanto di parcheggio privato.

Non male, spazioso, zero vista figa ma poco importa. Pulizia nella norma. L’appartamento che abbiamo trovato noi nonostante l’essere molto asettico nell’arredamento era davvero grande con una bella poltrona oltre al letto e un tavolo da pranzo grande ottimo per fare la cena della Vigilia di Natale.

Unico momento negativo, se ci si fa una bella doccia lunga e calda, dopo un po’ l’acqua diventa fredda…. Eh, non è piacevole!

Veniamo la sodo: com’era la cucina?

Era stranamente grande ma poco fornita. Nel senso che dalle pentole alle padelle, era tutto molto piccolo e misurato, non c’era una forchetta in più, era tutto contato e soprattutto, cosa che ho riscontrato in altri appartamenti, c’era la padella antiaderente ma non la paletta giusta per cucinare con la padella antiaderente.

Questa è una cosa difficile da verificare. Quando scelgo un appartamento infatti verifico sempre che vengano precisati: piano cottura, utensili da cucina e stoviglie e cerco sempre delle foto a testimonianza di ciò, ma nei fatti, non sai poi cosa troverai.

Appartamento ad Innsbruck: quella volta in cui ho cucinato cotechino e purè in Austria

Cucinare la cena della Vigilia di Natale con un fornellino e una padella: mission Possible

La vostra Sara la sa molto lunga, e se volete cucinare la cena della Vigilia composta da cappelletti, cotechino e purè, dovete partire pensando che non ci sarà mai una pentola adatta per il cotechino.

Così me la sono portata da casa.

Ho chiesto in prestito a mia mamma la pentola per cuocere il cotechino, mentre ho usato le due pentoline a disposizione dell’appartamento per cappelletti e purè. I cappelletti sono stati la vera impresa, temevo straripasse tutto visto la pentola piccola, ma i nostri eroi ce l’hanno fatta.

Ora vi dico una cosa che da emiliana non farei mai a casa mia, ma se torni tardi da una lunga giornata in mezzo alla neve di foto e musei, non hai cazzi di cucinare, fortuna che il cotechino precotto è venuto in soccorso!

Dovevate vedere la mia valigia, sembrava quella scena di Totò Peppino e la Malafemmina, quando Totò e compagnia, una volta arrivati all’hotel di Milano, hanno tirato fuori salumi, formaggi e pure le galline!

Io ero uguale, mi ero munita di risotti pronti di zucca, cappelletti di Giovanni Rana, cotechino precotto fior fiore coop e purè istantaneo.

Penserete “che schifio”.

Beh, con qualche trucco segreto e qualche spezia di mamma, diventa tutto davvero ottimo ve lo posso assicurare e poi siamo in vacanza, bisogna scendere a qualche compromesso!

Appartamento ad Innsbruck: quella volta in cui ho cucinato cotechino e purè in Austria
La zona dell’appartamento sul fiume Inn

Abbiamo mangiato anche locale? Assolutamente si. Stare in un appartamento non significa escludere la cucina locale dall’esperienza. Tutti i pranzi e pure una cena ce la siamo fatta tra i buonissimi locali del centro storico di Innsbruck, e si, anche le merende. Abbiamo mangiato stinco con patate e rafano, wustel con senape fatta in casa, tanta birra artigianale, tanti panini allo speck (che là è buonissimo) e la vera sacher presa nell’istituzione dell’Austria il Café Sacher.

Se volete conoscere qualcosa in più su Innsbruck, su cosa vedere in un giorno e cosa vedere a Natale vi metto qui il link all’articolo.

Tips pigro: se avete la possibilità di raggiungere una destinazione in macchina, non fatevi scrupoli a portarvi un po’ di spesa da casa, potrete cucinare al meglio cose che già conoscete.

#StayCappellacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto