Come organizzare un viaggio a Parigi: come spostarsi, cosa vedere e come risparmiare

Parigi è piena di cose da fare e vedere, per questo organizzare un viaggio a Parigi non è sempre facile, soprattutto se è la prima volta e non si sa come muoversi, come organizzare le giornate, cosa vedere e dove andare a mangiare. Il tutto poi cercando di visitare la città nel modo più low cost possibile.

Con il post di oggi voglio dare alcune dritte per poter preparare il viaggio perfetto per Parigi evitando di perdere qualche monumento per strada e più soldi del previsto.

Come organizzare un viaggio a Parigi: come spostarsi, cosa vedere e come risparmiare

Organizzare un viaggio a Parigi: come raggiungere la città

Prima di tutto la domanda fatidica: come raggiungo Parigi?

Se partite dall’Italia, la destinazione d’arrivo sarà l’aeroporto Paris Charles de Gaulle, un aeroporto grande ma vi dirò che è ben organizzato, si riesce a raggiungere tutto agilmente, quindi non preoccupatevi (e ve lo dice una che ha parecchia ansia nel capire tutti i trasporti).

Arrivati al Paris CDG valutate se fare subito carte o biglietti della metro al punto informazioni turistiche dell’aeroporto. Noi lì abbiamo fatto solo il biglietto settimanale per la metro e abbiamo preso i biglietti per la RER B, il treno che parte direttamente dall’aeroporto (ci sono tutte le indicazioni) e arriva alle stazioni RER di Denfert-Rochereau, Saint-Michel-Notre-Dame, Gare du Nord, io sono scesa in quest’ultima essendo vicina all’appartamento in cui alloggiavo.

Come organizzare un viaggio a Parigi: come spostarsi, cosa vedere e come risparmiare

Mentre la carta settimanale per i trasporti che vale sia per la metro che per i bus, altro non è che un bigliettino abbastanza sottilino da passare ogni volta che si prende un mezzo, attenti a non spiegazzarlo o perderlo!

Tips local: in alternativa potete pensare di spostarvi in monopattino, molto presenti in città, che si possono noleggiare tramite smartphone. Sono un mezzo alternativo e tutto sommato comodo di girare per le vie del centro.

Organizzare un viaggio a Parigi: dove alloggiare?

Ho parlato ampliamente della mia tipologia di alloggio e delle zone in cui cercare nel post di Cucina per Pigri in Vacanza.

Aggiungo solo che, a prescindere dal voler alloggiare in appartamento o in hotel, valutate prima di tutto se il vostro alloggio è comodo alle stazioni dei treni e della metro, così da non fare troppa fatica con le valige e in modo da spostarsi agilmente per la città nei giorni in cui sarete lì.

Come organizzare un viaggio a Parigi: come spostarsi, cosa vedere e come risparmiare

Organizzare un viaggio a Parigi: quali musei vedere e cosa fare in città?

A Parigi avete l’imbarazzo della scelta tra le cose da vedere e fare, ecco perché partire preparati è il modo migliore per non perdersi nulla per strada.

Volete vedere i musei più importanti di Parigi? Ottimo, valutate di prenotare in anticipo gli ingressi, è l’unico modo per scansare le code che sono davvero tanto tanto lunghe. Altro consiglio, andate là alla mattina presto, la coda si forma già da un’oretta prima dell’apertura, quindi valutate bene quando vedere i musei e sappiate che, visto il caos, conviene fare un’alzataccia.

Oltre ai musei famosi come il Louvre o il Musée d’Orsay, valutate anche i musei più insoliti e meno turistici di Parigi che ho raccontato in questo post.

Parigi però non è solo musei! È negozi, boulevard, parchi, cafè, è romanticismo ed eleganza. Il modo migliore, secondo me, per non perdersi nulla è segnarsi su Maps tutti i posti che volete vedere, così da averceli a portata di smartphone.

Se volete qualche itinerario utile eccovi accontentati:

Dove mangiare a Parigi?

Ecco la nota dolente. Mangiare nei ristoranti del centro è tutt’altro che semplice, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista del caos. Ci sono tanti locali e localini segnati dalle guide con la coda fuori e non è affatto piacevole perdere tempo pure in coda per mangiare.

Vi consiglio in questo caso di prenotare anche qui, sfruttando The Fork potete prenotare da smartphone e sfruttare gli sconti in modo da avere una piccola riduzione di prezzo.

Se mi trovate spiazzati, ve lo dico proprio in tutta onestà, buttatevi su Mac e Burger King, in alcune giornate, sono stati l’ideale per mangiare velocemente, stando comodamente seduti.

Ultimo consiglio, Parigi è una città che sorprende sempre. Difficile vedere tutto in una sola visita, perché riserva davvero tante sorprese anche vedendola più volte. Il modo migliore per visitare Parigi è lasciarsi trascinare dal suo stile, dalle sue stranezze, lasciarsi coinvolgere da questa stupenda città e soprattutto, prenotate tutto quello che volete vedere!!

P.S. Ultimo consiglio prima di partire

L’imprevisto è dietro l’angolo, ce ne siamo resi conto, ci sono situazioni che non possiamo proprio controllare ma restano pur sempre i problemi tra interfacciarsi con le compagnie aeree, annullamenti, bagaglio smarrito ecc ecc. 

Penso sia davvero una grande rottoura!

Noi italiani di solito non siamo abituati a stipulare assicurazioni di viaggio, figuriamoci in Europa, ma ormai mi sono resta conto che avere l’assicurazione è quella garanzia in più per rimediare agli imprevisti, per questo voglio consigliarvi la mia assicurazione HeyMondo, i prezzi sono molto competitivi e apprezzo che sia smart con tanto di app per l’assistenza. 

Se vi va di darci un’occhiata, vi lascio il mio banner, se prenotate tramite me, avete il 10% di sconto, non male se considerate che il prezzo a persona per un’assicurazione in UE è all’incirca di 20 euro.

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto