Emilia Romagna Insolita e segreta: itinerario tra i luoghi più particolari della regione

Sono di parte se dico che la mia regione è stupenda? Forse un po’ si, ma l’Emilia Romagna ha davvero tanto da offrire e secondo me non è valorizzata come si deve, quindi, con questo post, voglio portarvi con me in un viaggio alla scoperta dell’Emilia Romagna insolita e segreta.

Pronti a fare appunti, questo itinerario dedicato all’Emilia Romagna insolita avrà davvero tanti punti da toccare, dal mare ai monti, dai borghi alle città, dalla street art al cibo, direi che è meglio iniziare subito!

Nella provincia di Bologna: alla ricerca dei luoghi insoliti

Iniziamo con quello forse più noto.

La Rocchetta Mattei è un luogo da fiaba, un castello incredibile dallo stile arabeggiante, nato dal grande genio creativo di Cesare Mattei che qui non solo creò la sua dimora ma il suo studio medico.

Emilia Romagna Insolita - Visitare la Rocchetta Mattei: un pomeriggio nel castello delle Mille e una Notte

Vi consiglio assolutamente di prenotare, anche perché il posto finisce spesso sold out, e di aggiungere alla visita alla Rocchetta, anche una visita al Borgo La Scola, vicinissimo e molto suggestivo.

Per approfondire la Rocchetta Mattei, vi rimando all’articolo dedicato.

Continuando per i colli bolognesi all’insegna dell’Emilia Romagna insolita, non potete perdervi le Grotte di Labante, la più grande grotta primaria nei travertini presente in Italia e forse è addirittura una delle più grandi del mondo. Suggestiva, soprattutto al tramonto, è facilmente raggiungibile con un breve sentiero a piedi e vi lascerà senza fiato.

Alla scoperta delle Grotte di Labante – i dintorni di Bologna e i suoi appennini

Ecco tutti i dettagli per raggiungerla.

Spostandoci in città, non potete perdervi un tour insolito per Bologna e i suoi dintorni, tra segreti, porte che si aprono col sorriso, Walk of fame e tanto altro, avete l’imbarazzo della scelta!

emilia romagna insolita: walk of fame a Bologna

Verso Modena… Continua l’Emilia Romagna insolita

Assolutamente da non perdere sono le Gallerie d’Arte a cielo aperto che potete trovare in Emilia Romagna, splendidi piccoli borghi colorati dove poter ammirare della street art pazzesca. Non perdetevi Dozza, non perdetevi i grandi murales di Molinella e fate anche un salto a San Giovanni in Persiceto con la sua bellissima Piazzetta Betlemme.

Andando verso Modena, potete trovare il puls ultra per gli amanti delle escursioni, qui avrete pane per i vostri denti!

  • Parco dei Sassi di Roccamalatina è un sentiero meraviglioso, facile e adatto a tutti in questo parco regionale delizioso.
  • Il Monte Cimone, per i più esperti, è la montagna più alta dell’Emilia Romagna, una vera sfida per gli amanti dello sport.

Cliccando sui loro nomi, potete leggere gli itinerari nel dettaglio.

vista dal monte cimone per Emilia Romagna Insolita

Per chi invece preferisce un tour gastronomico, consiglio assolutamente di visitare un’acetaia, come nel caso dell’Acetaia di Adriano Grosoli e visitare il vicino museo dell’aceto balsamico.

Borghi incredibili e panchine giganti: Emilia Romagna insolita a Reggio Emilia

Andando verso Reggio Emilia vi potete sbizzarrire con le bellezze della zona, il luogo perfetto per creare il proprio itinerario all’insegna dell’Emilia Romagna insolita.

Conoscete il Piccolo Tibet?

Vicino al castello di Canossa, potete visitare Votigno di Canossa, piccolo borgo delizioso (anche se ammetto di non essermi emozionata nel vederlo, nell’articolo vi spiego il perché) in cui potete visitare la Casa del Tibet, un luogo visitato dallo stesso Dalai Lama.

Votigno di Canossa: come arrivare e cosa vedere - Emilia Romagna Insolita

Continuando il nostro itinerario dedicato all’Emilia Romagna insolita, in provincia di Reggio potete trovare numerose panchine giganti, tutte inserite nel Big Bench Project, potete raggiungerle con un breve e facile trekking e acquistare il passaporto per fare tutti i timbri relativi alle panchine visitate.

Alla ricerca delle panchine giganti di Reggio Emilia!

Pronti per il monte del purgatorio?

Dopo il Piccolo Tibet e le panchine giganti, è giunto il momento di salire sul monte del purgatorio, proprio il monte che ispirò Dante per la rappresentazione del Purgatorio nella sua Commedia.

Siamo al cospetto della Pietra di Bismantova. Salire in cima è piuttosto facile e da lassù potete godere di una vista pazzesca degli appennini.

Trekking in Emilia Romagna: pietra di bismantova

Una piccola Diagon Alley

Spostandoci sul confine con la Lombardia, arriviamo a Grazzano Visconti, un borgo molto carino che però è un falso storico, quindi non vi stupite se sembra tutto molto nuovo!

È comunque suggestivo e qui potete trovare una bella curiosità: l’Emporio Stregato, un negozio che vi farà materializzare direttamente a Diagon Alley. Qui potete trovare tutto quello che vi serve per saziare la vostra passione per Harry Potter.

Dall’Emilia alla Romagna Insolita

Ci spostiamo sul versante romagnolo della regione per andare alla scoperta del vulcano più piccolo del mondo. È il vulcanino del Monte Busca e nei fatti è una fuoriuscita di gas metano che si incendia spontaneamente. È stata definita vulcano e col tempo gli è rimasto questo nome.

Vulcano o meno, ormai è indentificato come il vulcano più piccolo del mondo ed è davvero molto particolare!

emilia romagna insolita: il vulcano più piccolo del mondo

Ferrara insolita: tra centro e dintorni

Non poteva mancare una speciale sezione dedicata alla mia Ferrara.

Prima di tutto, vi consiglio il mio itinerario nella Ferrara insolita e segreta per vedere il centro storico della città con occhi diversi. Dopo di che, possiamo procedere con la provincia, dopo tutto questo è un itinerario dedicato all’Emilia Romagna insolita!

  • Il Faro di Goro. Che ci fa un faro in provincia di Ferrara? Siamo al limitare del parco del Delta del Po, qui, sull’isola dell’amore, potete pernottare e mangiare dentro al faro. Tutta la zona è ricca di attività naturalistiche da fare, vi rimando all’articolo dedicato a Goro per poterle segnare tutte.
  • Comacchio, la Piccola Venezia. Ovviamente non potevo non menzionare Comacchio, un paesino tutto canali e ponti, dove potete godere l’animo di mare della provincia di Ferrara e potete esplorare le sue valli a piedi o in bici, perfette per chi ama la natura. Per tutte le attività e i miei speciali consigli, vi rimando all’articolo dedicato.
  • Il Giardino del Gigante. Da un lato all’altro della provincia di FE, troviamo il Giardino del Gigante, a Cento. Ha le vibes di Parc Güell e potete trovare degli animali giganteschi! Una vera chicca, molto particolare e perfetto per i bambini, un luogo diverso dal solito da visitare durante la vostra gita a Cento.

Dopo tutto questo girare per luoghi insoliti, dove alloggiare!

L’Emilia Romagna ha anche degli alloggi insoliti davvero particolari.

  • Potete dormire in un cubo con vista a Pavullo nel Frignano in provincia di Modena, e godervi la natura nel pieno relax.
  • Potete dormire in splendidi chalet di legno al Campeggio Parco dei Castagni vicino al Monte Cimone.
  • Per tutti i nerd, potete dormire in una casa hobbit! Siamo in provincia di Reggio Emilia, in una location da sogno.
  • Per chi ha il cuore gipsy, potete dormire in un carrozzone gitano alla Locanda del Vento in provincia di Parma.
  • Per chi cerca l’avventura, potete pernottare all’Agriturismo Bassara Le Capanne, siamo ad Argenta, dove potete rilassarvi all’interno di capanne tipica nel cuore della natura, vicino all’area naturalistica di Argenta.
  • Per tutti gli amanti del confort senza rinunciare alla praticità, vi consiglio un vero e proprio agriturismo in centro storico a Ferrara. Il Principessa Pio è un agriturismo dentro le mura cittadine, in un angolo di campagna in città, pur restando a pochi passi dal centro storico.
Emilia Romagna Insolita e segreta: itinerario tra i luoghi più particolari della regione

Spero che questo viaggio nell’Emilia Romagna insolita e segreta vi sia piaciuto. C’è ancora tanto da raccontare, e a mano a mano che lo visiterò, ne sarò portavoce, intanto buona scoperta e…

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger per passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda, scoprire l’origine del mio nome, e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi i link alla mie pagine Instagram e LinkedIn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto