Visitare Ferrara in un giorno: itinerario a piedi

Ferrara, la mia amata città, ho creato questo blog proprio con l’intento di valorizzarla di più, quindi ti dico subito grazie per essere approdato qui e per aver deciso di vedere la mia bellissima città!

Ferrara è la tipica città a misura d’uomo, da visitare in giornata o due, a piedi o magari in biciletta, e sebbene ogni via celi un segreto, il turista del fine settimana che vuole fare una passeggiata tranquilla in una città d’arte, può visitare i punti salienti di questa città in una giornata.

Se vuoi dedicare più di una giornata a Ferrara, dai un’occhiata al mio itinerario di Ferrara in due giorni, con tanti spunti utili!

Ultimo ma non ultimo, essendo la mia città, ho un occhio di riguardo in più per questo percorso…. Ma non perdiamoci in chiacchere, iniziamo!

Prima di tutto: dove parcheggiare a Ferrara?

Prima di iniziare il tour, preoccupiamoci del parcheggio, Ferrara ha due grandi e comodi parcheggi da sfruttare:

  • il parcheggio Ex-Mof (gratuito) in via Darsena
  • il parcheggio Centro Storico in Piazzale Kennedy, un po’ più vicino però a pagamento (dalle 7.30 alle 20.00 giorni feriali prima ora € 0,80; max € 3,20. Dalle 20.00 alle 24.00 giorni feriali prima ora € 0,25; max € 1,00. Festivi GRATUITO).

Altre informazioni le trovate sul sito di Ferrara Tua.

Per assaporare fin da subito la città, suggerisco di arrivare direttamente in piazza, conoscere subito il duomo e assaporare un pizzico di vita ferrarese al suon dei campanelli delle biciclette.

Piccolo p.s. Attualmente la facciata del duomo è coperta, ma non vi demoralizzate, l’interno è visitabile, così come il museo della cattedrale.

Sicuramente dalla piazza avrete intravisto le torri del castello e quindi perché non correrci subito!? La visita al Castello Estense dura all’incirca un paio d’ore.

FOTO TIP: se fate il biglietto anche per la Torre dei Leoni, con qualche euro in più potete avere una super vista della città dall’alto!

Visitare Ferrara in un giorno: itinerario a piedi
Il Castello Estense di Ferrara

Proseguiamo lungo una delle vie più lussuose della Ferrara rinascimentale, corso Ercole I d’Este, orgoglio dell’architetto Biagio Rossetti. Il viale vi condurrà fino ad uno dei palazzi più famosi e più particolari della città, Palazzo dei Diamanti, chiamato così proprio per la particolare forma a diamante del suo bugnato.
Noto per le numerose mostre che si svolgono nelle sue sale a piano terra, il palazzo ospita anche la Pinacoteca Nazionale, una perla poco conosciuta dagli stessi cittadini, che raccoglie opere dei più importanti artisti ferraresi.
Consiglio assolutamente di visitarlo (magari la prima domenica del mese – che è free – è meglio) il mio conisglio è rivolto soprattutto agli amanti dell’arte, qui vi divertirete!

cappellacci a merenda - Palazzo dei Diamanti
Palazzo dei Diamanti

Usciti dalla pinacoteca, prendete Corso Porta Mare e proseguite nel tour di ville rinascimentali, magari fate una passeggiata al Parco Massari e valutate di fare un picnic stesi sull’erba. Iniziamo così ad innoltrarci nella parte verde di Ferrara, prendendo una breve sosta dai musei per immergersi nella natura!

Proprio di fronte all’ingresso del parco, c’è l’Orto Botanico, un vero angolo di paradiso per tutti gli amanti del verde e della natura, consiglio di fare anche solo una passeggiata di 10 minuti e se siete fortunati, magari incontrare mamma papera con i suoi paperotti.

Ah, ed è gratuito!

Cappellacci a Merenda - Orto botanico
L’orto botanico, dettaglio delle serre

Il percorso continua, proseguendo lungo Corso Porta Mare si scorge Piazza Ariostea, un buon posto dove rilassarsi al sole, vi consiglio i bar sotto i portici di via Palestro, sono tutti ottimi e i loro gelati sono davvero golosi!

FOOD TIP: Dove fare aperitivo a Ferrara?

Se volete fare una buona pausa gelato all’insegna dei prodotti artigianali, il mio consiglio è di attendere qualche istante e percorrere via Palestro fino a raggiungere la Gelateria La Romana dove potete farvi tentare da gelati, yogurt, crepe e tantissime torte e pasticcini!

Ma via, il percorso è ancora lungo!
Proseguendo dritto per Corso della Giovecca, avete l’imbarazzo della scelta: vi consiglio una prima deviazione per Via Cisterna del Follo per visitare Palazzo Bonaccossi, sede dei musei civici d’arte antica. Il museo è piccolo e un po’ snobbato dai turisti ma ve lo consiglio, lo adoro ed è sempre gratuito.

PICCOLO ALERT: nella stessa zona troverete Palazzo Schifanoia. Purtroppo ora è chiuso (e riaprirà tra qualche anno sigh).

Però già che siamo qui, potete visitare Santa Maria in Vado, una delle chiese più antiche e spettacolari di Ferrara. Nota per il Miracolo di Pasqua, questa è una delle chiese più belle di Ferrara a mio parere. Troverete tantissime opere del Bononi e sono sicura che ve ne innamorerete!

Cappellacci a Merenda - Casa de Romei
Casa de Romei – Cortile interno

Proseguiamo in via Savonarola, sempre dritto incontrerete Casa De Romei e di fronte il Palazzo Renata di Francia, la sede dell’ateneo ferrarese, se lo trovate aperto, sbirciate all’interno, l’atrio è davvero bello.

Altro palazzo suggestivo è la sede universitaria di Economia, il Palazzo Bevilacqua, lo troverete proseguendo sempre diritto per Via Savonarola. Il palazzo è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato, se sbirciate nelle aule al primo piano, gli affreschi del soffitto sono davvero ben conservati.

Ci ritroviamo così praticamente in piazza, dopo un lungo tour tra vie rinascimentali e viuzze medievali, se avete ancora tempo beh, continuate ad esplorare!

Se invece volete fare dei percorsi alternativi, vi lascio qui 2 itinerari tematici molto molto interessanti:

Alla scoperta della Ferrara Medievale

La street-art ferrarese

Visitare Ferrara in un giorno: itinerario a piedi
Piazza Savonarola

#StayCappellacci

Grazie per aver letto il mio articolo. Mi chiamo Sara, sono una content creator di professione e travel blogger di passione.
Qui puoi sapere chi è Cappellacci a Merenda e valutare se ti va di collaborare con me.
Qui trovi il link alla mia pagina su Instagram e su LinkedIn.

2 pensieri su “Visitare Ferrara in un giorno: itinerario a piedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto